Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Il comune di Sanza insignito del riconoscimento “Città che legge” per il biennio 2020/2021

redazione

Sanza – Ambito riconoscimento per l’iniziativa “Librando” che ha caratterizzato la comunità ai piedi del Cervati negli ultimi due anni.  E’ on line infatti l’elenco dei comuni che hanno ottenuto la qualifica “Città che legge” per il biennio 2020/2021. Il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci, intende promuovere e valorizzare con la qualifica di Città che legge e invita l’ Amministrazione comunale ad impegnarsi a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. Attraverso la qualifica di “Città che legge” si intende riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. L’iniziativa “Librando” proposta e realizzata dal Comune di Sanza è stata riconosciuta come un progetto di grande valenza sociale e culturale. Sono 26 i comuni salernitani insigniti della qualifica di “Città che legge 2020-2021”. Per i comuni fino a 5mila abitanti: Buccino, Castelnuovo Cilento, Corbara, Palomonte, Pollica, San Giovanni a Piro, Sanza, Sassano, Torre Orsaia; per i comuni tra i 5mila e i 15mila abitanti: Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Padula, Polla; per i comuni tra i 15mila e i 50mila abitanti: Agropoli, Angri, Baronissi, Capaccio Paestum, Eboli, Mercato San Severino, Nocera Inferiore, Pontecagnano Faiano, Sala Consilina, Sarno; per i comuni tra i 50mila e i 100mila abitanti: Battipaglia e Cava de’ Tirreni. Premiata anche la città di Salerno per la categoria oltre 100mila abitanti.