Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza (SA) – L’Europa dei popoli al centro del Gemellaggio culturale con il Klettgau in Germania

redazione

Una settimana per comprendere il senso dell’Europa dei popoli. Una settimana per immergersi in una cultura diversa, un’altra lingua, altri usi e costumi. Una settimana per frequentare una scuola diversa vivendo in famiglie straniere. Si è concluso, per il decimo anno consecutivo, il programma di scambio culturale tra Sanza, nel Cilento, ed il Klettgau, nella regione del Badenwuttenberg, sud della Germania, inserito nelle attività promosse dal Comitato di Gemellaggi di Sanza. Diciassette studenti dell’Istituto Comprensivo di Sanza, accompagnati da una delegazione del Comitato di Gemellaggi e dal sindaco, Francesco De Mieri, unitamente alle prof.sse Esposito e Fico, hanno partecipato allo scambio culturale che li ha visti impegnati nella conoscenza della realtà tedesca, ospiti delle famiglie del Klettgau. Una settimana di studio ma anche di escursioni, visite guidate e confronti attivi sul tema dell’integrazione europea. L’iniziativa è stata inserita anche nell’evento annuale di consegna del Premio Internazionale “Ambasciatore di Amicizia tra i Popoli – Felice bonomo” che quest’anno, con una commovente cerimonia, è stato consegnato alla prof.ssa Gerda Shilling, per molti anni dirigente scolastico, ora in pensione, della scuola del Klettgau. “Milioni di persone guardano al nostro Continente con la speranza che questa sia la patria di tutti; la terra dell’accoglienza – ha affermato il sindaco De Mieri nel corso della cerimonia di consegna del Premio – L’Europa, la terra del futuro e della speranza. Milioni di persone che vivono il dramma delle guerre e della distruzione guardano alla nostra Europa in attesa di un’opportunità di vivere. Noi Italiani ben conosciamo cosa significa emigrare e trovare accoglienza. Ora più che mai conosciamo bene anche cosa significa offrire accoglienza ed essere solidali. Il dramma emigrazione ci riporta alla mente la nostra storia e la vostra storia. Qui, in Germania, quando noi abbiamo avuto necessità di cercare un futuro possibile, voi ci avete aperto le porte. Ci avete dato un lavoro. Noi grati e riconoscenti abbiamo contribuito con i sacrifici di intere generazioni a fare ancora più grande questa nazione consapevoli che il lavoro e la speranza che avete offerto doveva essere ripagato con la volontà di integrazione. Ecco come si è costruita giorno dopo giorno la comunità italiana che qui vive, insieme ed in mezzo a voi. Ecco perchè oggi si sentono parte di questo Paese che ammirano e che ringraziano. Ecco perché loro, i nostri emigranti, voi, noi tutti, ci sentiamo davvero un solo Popolo ed una sola grande nazione: l’Europa” ha concluso il sindaco De Mieri. Grande soddisfazione è stata espressa dai componenti del Comitato di Gemellaggi che hanno accompagnato la delegazioni di studenti: Antonietta Graziano, Anna De Masi, Antonio Sasso e Nicola Laveglia. “Un percorso di crescita culturale che vede protagoniste la famiglie innanzitutto – ha commentato il vicepresidente del Comitato di gemellaggi, Lorenzo Peluso – sono le famiglie, la lo ro disponibilità e la loro sensibilità a fare di questa attività il momento di crescita culturale più importante che la comunità di Sanza ha conosciuto nella sua storia recente. Rendere consapevoli i più giovani dei valori fondamentali di fratellanza tra i popoli, di amicizia e di rispetto è il fondamentale punto di partenza nella costruzione dell’Europa che desideriamo. Un Europa vera, fatta di persone e non di burocrazia”. L’appuntamento ora è fissato per maggio del 2017 quando una delegazione di studenti tedeschi sarà ospitata a Sanza per una settimana.