Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza (SA) – La scuola e la società civile ricorda il “maestro” Peppino Laveglia

redazione

Sanza (SA) – Ne sarebbe stato felice, senza ombra di dubbio. Allo stesso tempo però avrebbe detto: “si ma lasciamo stare, pensiamo alle cose importanti”. Sono certo, avrebbe detto così. Peppino Laveglia, il maestro. Un uomo d’altri tempi, non vi è dubbio, ma con idee e modi di strettissima attualità. Mai necessari, come adesso. Non una cerimonia di commemorazione, ma piuttosto un momento di ricordo ed esaltazione delle sue idee e del suo agire. Oggi, presso le Scuole elementari “Carlo Pisacane” di Sanza, su iniziativa dell’Associazione APE e della dirigenza scolastica, si è tenuta una manifestazione per raccontare l’uomo ed il maestro Peppino Laveglia, scomparso lo scorso mese di febbraio. Più volte, nel corso degli appassionati interventi che si sono succeduti, è stata menzionata l’aula dove il maestro ha visto passare intere generazioni, per oltre quarant’anni di insegnamento. Un aula che da oggi, l’amministrazione comunale intitolerà al maestro Peppino. Alla presenza della famiglia, commossa, la dirigente Antonietta Cantillo, il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito,  gli ex alunni, Assunta Antonucci, Lorenzo Peluso e Massimo Castella, hanno omaggiato la memoria del maestro Laveglia con aneddoti e riflessioni. Il ricordo di uomo che nella sua vita si è appassionato ed interessato a tutto, la scuola e l’insegnamento, certamente, ma anche la politica, la storia, il sociale, l’agricoltura. Un modello di vita e di comportamento, un insegnamento pedagogico anche per i suoi colleghi. La scuola, insieme all’associazione APE, ha promosso il concorso  Primo memorial Peppino Laveglia, con l’impegno degli alunni a realizzare tavole pittoriche ed elaborati testuali. materiale vagliato con attenzione da una commissione, appositamente costituita, che decreterà e premierà i vincitori in una manifestazione pubblica che si terrà la sera del prossimo 2 agosto 2018 in piazza a Sanza.