Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza (SA) – Al via il progetto di “inclusione sociale” ed il campo estivo per ragazzi.

redazione

Sanza (SA) –  “Una comunità cresce solo se ha attenzione per tutti”. Sembra questa la parola d’ordine dell’amministrazione comunale che ha programmato con il Piano Sociale di Zona una serie di iniziative attraverso un progetto di  inclusione sociale, con attività mirate a persone con disabilità  fino alla concretizzazione di un campo estivo per tutti i ragazzi. Un programma di iniziative molto articolato che prenderà corpo sabato 16 giugno e proseguirà giovedì 21 giugno presso i laboratori didattici del CEA (Centro di Educazione Ambientale) dove saranno realizzate due giornate dedicate a tutte le persone che vivono a Sanza e che si trovano un una condizione di “disabilità” creando con loro dei laboratori creativi di pittura e di manipolazione. Nello specifico: sabato si terrà il laboratorio di pittura con la realizzazione di opere che poi saranno esposte al pubblico; giovedì viceversa, con l’ausilio del Circolo degli Anziani di Sanza, sarà strutturato un laboratorio per la lavorazione della farina, che vedrà impegnati i ragazzi, sotto la guida attenta delle nonnine di Sanza, nella realizzazione di una tipicità enogastronomica del posto: i “cavatieddi”. Il progetto, strutturato dall’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Sanza, si avvale della preziosa collaborazione della Consulta delle donne, oltre che del circolo degli anziani. Di grande spessore emotivo la serata di giovedì 21 giugno, quando a conclusione del laboratorio sulla manipolazione della farina, i ragazzi e gli anziani,  ceneranno insieme con la possibilità di gustare dei “cavatieddi”  che avranno realizzato insieme con le nonne del Circolo degli anziani. “ le persone possono dare molto di più di quel che noi stessi possiamo immaginare, occorre aver voglia di mettersi in discussione e soprattutto di voler contaminare con le proprie idee e le nostre singole esperienze anche le vite di altri – ha commentato l’Assessore Marianna Citera – Trascorrere del tempo insieme, favorire l’aggregazione dei giovani con i nostri nonni, riconoscere nella disabilità non la diversità, ma una grande forza, è una sfida per cambiare il senso delle cose. Una comunità cresce se include e se condivide tutto con tutti. Ecco perché siamo grati alla Consulta delle donne ed al Circolo degli anziani per questa loro disponibilità. Un esempio concreto di come si può contribuire a far crescere la comunità” ha concluso l’assessore Citera. I laboratori si concluderanno poi domenica 24 giugno presso la Villa Comunale dove sarà organizzato un pomeriggio con tutti i bambini e con un saggio della Scuola di danza. Da lunedì 25 giugno poi partirà il campo estivo che si terrà di mattina presso le aule della ex scuola media e di pomeriggio presso il campetto di San Vito. Il campo estivo durerà fino al 31 agosto.