Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza (SA) – Al Meeting del Cervati 2019 con Massimo Ranieri anche la pianista e Compositrice, Rita Marcotulli.

redazione

Sanza (SA) – Al Meeting del Cervati 2019 con Massimo Ranieri anche la pianista e Compositrice, Rita Marcotulli. L’appuntamento per l’unica tappa in Campania dello spettacolo Malìa, che Ranieri metterà in scena presso la villa comunale di sanza è per domenica 25 agosto alle ore 21.30. Concerto gratuito. La pianista e Compositrice, Rita Marcotulli. nasce a Roma nel 1959. Fin dalla più tenera età viene avviata allo studio del pianoforte presso il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma dove studia musica classica con il Maestro Arnaldo Graziosi e Susanna Spitanlick.. Comincia a suonare professionalmente all’interno di piccoli gruppi negli anni settanta ma ben presto inizia a collaborare con svariati artisti internazionali tra i quali, per citarne alcuni, Jon Christensen, Palle Danielsson, Peter Erskine, Joe Henderson, Helène La Barrière, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Enrico Rava, Dewey Redman, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Norma Winstone. Nel 1987 viene votata Miglior nuovo talento attraverso un sondaggio della rivista Musica Jazz. Nel 1989 entra a far parte nel gruppo di Billy Cobham con il quale si esibisce in tutto il mondo. Nel 1992 entra a far parte del gruppo di Dewey Redman con il quale collabora per 15 anni suonando in tutta Europa e SudAmerica. Si trasferisce poi in Svezia, dove le collaborazioni con musicisti nord europei come Palle Danielsson, Marilyn Mazur, Jon Christensen, Niels Petter Molvaer, Anders Jormin, Tore Brumborg, influenzano e consolidano il suo modo di comporre. Tornata in Italia collabora, fra gli altri, con Ambrogio Sparagna e Pino Daniele. Nel 1996 accompagna Pat Metheny in un’esibizione al Festival di Sanremo. Nel corso della sua carriera è riuscita ad affermare il suo stile raffinato in numerosi progetti e generi musicali che l’hanno portata ad esibirsi in tutto il mondo con grandi artisti e nelle location più importanti a livello internazionale. Oltre 25 gli album cui ha dato vita tra cui “Woman Next Door – Omaggio Truffaut”, che nel 1998 il magazine inglese The Guardian nominò “miglior disco dell’anno”, e l’ultimo di Giorgio Gaber “Io non mi sento italiano” pubblicato nel 2003 e vincitore nello stesso anno della ‘Targa Tenco’. Più recentemente ha partecipato alla realizzazione del film Basilicata coast to coast, per il quale si è occupata della colonna sonora. Grazie a questo lavoro la Marcotulli ha ricevuto il Ciak d’oro nel 2010, il Nastro d’argento alla migliore colonna sonora nello stesso anno, il David di Donatello per il miglior musicista nel 2011 (prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento) e il Premio Top Jazz 2011 come miglior artista del jazz italiano secondo la rivista Musica Jazz. Nel febbraio 2013 è membro della giuria di qualità alla 63a edizione del Festival di Sanremo, condotta da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Tra i tanti riconoscimenti ottenuti nell’arco di una lunga e luminosa carriera, l’ultimo è quello di “Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”.