Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza “Città che legge”. Una gran bella soddisfazione.

di Lorenzo Peluso

Sanza (SA) – Una gran bella soddisfazione, davvero. L’idea, innazitutto, di portare i libri e gli autori per i vicoli e le piazzette del centro storico. dare la possibilità ai cittadini di conoscere e leggere un libro, in pubblico e poi confrontarsi con l’autore. E’ questa la formula di Librando, nata a Sanza due anni fa e che ha visto ospiti grandi firme del gironalismo e dell’editoria. Libri importanti e temi importanti, condivisi con la comunità. Un percoso culturale e sociale nuovo che ora ha avuto anche il giusto riconoscimento dal Ministero dei Beni e le attività culturali. Grazie a Librando la comunità di Sanza ha ottenuto  la qualifica “Città che legge” per il biennio 2020/2021. Il  Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni Culturali,  d’intesa con l’ANCI , che intende promuovere e valorizzare con la qualifica di  Città che legge l’Amministrazione comunale che si impegna a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio ha premiato Librando. Attraverso la qualifica di  “Città che legge” si intende  riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. L’iniziativa Librando proposta e realizzata dal Comune di Sanza è stata riconosciuto quale progetto di grande valenza sociale e culturale. Un’iniziativa di grande spessore a costo zero. Davvero una bella soddisfazione.