Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Salerno – Il 21 aprile incontro – dibattito con Alessandro Mendini

redazione

Dopo tantissimi anni di assenza torna a Salerno grazie all’Associazione Culturale   Atredea il designer Alessandro Mendini, architetto, professore e direttore delle più importanti riviste di architettura e design quali Domus, Casabella e Modo. Dall’alto dei suoi 85 anni e della sua lunga carriera artistica che lo ha incoronato con i gruppi Alchimia e Menphis portandolo ai massimi livelli Internazionali con il suo fare semplice, vero e giocoso, ove il colore e le geometrie hanno sempre fatto da padrona in un linguaggio stilistico poco formale ma molto efficace nel giungere alla grande massa attraverso le più importanti aziende del settore tra le quali Alessi e Swatch. “Codice Mendini” è il libro di Electa che l’ottimo prof. arch. Fulvio Irace, salernitano di nascita e di cuore ma milanese di adozione, ha scritto su Mendini quale opera completa che abbraccia tutto il lavoro dell’artista cogliendo ed argomentando tutte le varie e difficili sfaccettature delle sue “regole per progettare”. Il film “ Volevo essere Walt Disney” di Francesca Molteni ed ispirato ad Alessandro Mendini verrà proiettato quale introduzione all’interessantissimo incontro. Fulvio Irace, Concetta Lenza Prof. Ordinario, già Preside della Sun  Seconda Università di Napoli e Diego Granese architetto, designer e Presidente dell’Associazione Culturale Atredea organizzatrice dell’evento, discuteranno con  Alessandro Mendini sul suo “fare” e sul linguaggio progettuale che abbraccia i vari ambiti della produzione industriale ed artigianale e come queste regole Mendiniane possano eventualmente interfacciarsi con il “fare” del Territorio Salernitano che oltre alla ceramica ha sicuramente grandi potenzialità sia espressive che produttive.  L’incontro  si  terrà  venerdì    21   aprile,   alle   ore 16.30 presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città a Salerno per l’importante incontro/dibattito. L’evento gode del patrocinio dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno.