Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Salerno, il 14 febbraio la presentazione del libro “Jorge Mario Bergoglio – Una biografia intellettuale” di Borghesi

redazione

Venerdì 14 febbraio 2020 alle ore 18 nella Sala del Museo Diocesano si terrà la presentazione del libro “Jorge Mario Bergoglio – Una biografia intellettuale” scritto dal professore Massimo Borghesi per la casa editrice Jaca Book. Interverranno:Andrea Bellandi – Arcivescovo Metropolita di Salerno-Campagna-Acerno e il professore Antonio Landi– Biblista, docente Pontificia Università Urbaniana, Roma. L’incontro sarà moderato da Lorella Parente, docente Issr Salerno. La formazione intellettuale di Jorge Mario Bergoglio, qui analizzata e ripercorsa per la prima volta, consente di comprendere lo sguardo complesso e poliedrico che guida l’attuale Pontificato. Formatosi alla scuola dei gesuiti, di quelli francesi in particolare, Bergoglio ha assimilato il messaggio di sant’Ignazio attraverso la lettura, «dialettica e mistica» a un tempo, di uno dei più acuti filosofi del XX secolo: Gaston Fessard. Da qui sorge l’idea del cattolicesimo come ‘coincidentia
oppositorum’ che lo porta all’incontro con l’antropologia polare di Romano Guardini e con il pensiero del più rilevante intellettuale cattolico latinoamericano della seconda metà del ‘900: Alberto Methol Ferré. Si precisa, in tal modo, la prospettiva di una riflessione, originale e feconda, in grado di misurarsi con le grandi sfide della Chiesa nell’era della globalizzazione. Il testo ha potuto giovarsi, nella sua ricostruzione, di quattro interviste concesse dal Pontefice attraverso file audio. Massimo Borghesi è professore ordinario di Filosofia morale presso il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia. Dal 1992 al 1996 è stato professore di Storia della Filosofia Morale presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Lecce. Ha insegnato, dal 1981 al 2007, Estetica, Etica, Teologia filosofica, presso la Pontificia Università S. Bonaventura in Roma dove è stato, dal 2000 al 2002, direttore della “Cattedra Bonaventuriana”. Dal 2008 al 2017 ha insegnato Filosofia e religione presso la Pontificia Università Urbaniana. È membro del consiglio scientifico e del comitato editoriale di editrici e riviste (Studium, Atlantide, Humanitas, Revista de antropología y cultura cristianas). È stato membro, dal 1993 al 2002, del comitato di redazione della rivista trimestrale “Il Nuovo Areopago” e collaboratore, dal 1984 al 2012, della rivista internazionale “30 giorni”.