Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Salerno, il 14 febbraio “Gli scrittori salernitani raccontano una storia”

di Antonella D'Alto

Allo scopo di promuovere e sviluppare l’interesse per la scrittura creativa, la lettura e l’arte collettiva, il nascente Gruppo di Scrittori Salernitani ha promosso per il 14 febbraio l’evento dal titolo “Gli scrittori salernitani raccontano una storia” in programma presso la libreria Guida Imagine’s book a Salerno, alle ore 17.30. La serata vedrà riuniti ben 18 scrittori salernitani che, come suggerisce il titolo della manifestazione “racconteranno una storia”. Ci saranno Annalisa Alfarano coautrice del romanzo “In Viaggio per Eroma”, Ester Andreola con il libro “L’Albero dormiente”, Vito Briamonte col suo romanzo “Le rose della signora Wesmaker”, il suo noir “Donne che tirano con l’arco” e il romanzo “Giustizia per gli innocenti”, Andrea D’Amico con il suo libro di poesie dal titolo “Notturnamente parlando”,  Bruno de Filippis con i romanzi “Cheronea” ed “Anchorage”, Franca Grosso con “Le Lettere all’assente”, Gerardo Iuliano con il romanzo “E una son le stelle”, il testo “Tutti sclerotici, chi più chi meno – grandezze e miserie di un centro per la Sclerosi Multipla” e infine “La passione secondo Totonno”, Raffaella Mammone con le sue due opere “Labirinto Assassino” e “L’amore è uno soltanto”, Massimo Mangiola con il romanzo “NeoΣ Il Tuffatore” per il quale ha tratto origine ed ispirazione dalla Tomba del Tuffatore custodita nel Museo Archeologico Nazionale di Paestum. Partiperanno alla serata anche gli autori Michele Marino con il libro “Il rappresentante di felicità”, la sua opera prima, Luigi Narni Mancinelli con “Una partita lunga un secolo. Cent’anni della Salernitana (e di Salerno)”, Arturo Panaccione con “Il leone e la Sirena” romanzo nato ad Amsterdam, Anna Rago con il libro “Elisir” una raccolta di racconti e poesie e il romanzo “In viaggio per Eroma”, Gilda Ricci con “Nadì senza paura”, Giovanna Russoniello con le due raccolte di poesie “Lanterne” e “Burattini Erranti”, Rita Sorrentino con la silloge di poesia dal titolo “M’assale malinconia” e  favola “L’albatros che non sapeva volare”, Rita Francese docente di Informatica presso l’Università degli Studi di Salerno con il suo terzo libro “Anche la strega cattiva è buona – dialoghi con Oreste” e Angelo Sparano con  “L’inganno e la vendetta”. L’iniziativa vede coinvolte anche le scuole del terrtiorio: il Gruppo di Scrittori Salernitani ha infatti deciso di offrire agli studenti la possibilità di presentare poesie o racconti a tema libero e i lavori più creativi riceveranno un riconoscimento, mentre i loro autori saranno nominati soci onorari del Gruppo Scrittori Salernitani.