Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Riscossione anticipata delle pensioni

di Angelo De Luca, direttore della BCC di Buonabitacolo

La BCC di Buonabitacolo sopperisce alla grave discriminazione perpretata dall’INPS nei confronti del sistema bancario Nazionale e agevolando solo le poste per la riscossione anticipata delle pensioni, motivando tale scelta nel sostenere che il pagamento per cassa delle pensioni avviene per 215 mila agli sportelli postali e 57 mila in banca, dimenticando un “piccolo” particolare: i pensionati che riscuotono la pensione in banca sono, complessivamente,  10,3 milioni e quelli che la riscuotono alle poste sono la metà, ossia 5,2 milioni .     Detto ciò, siamo stati l’unica banca a sopperire alla mancanza dell’INPS, applicando lo stesso calendario del pagamento anticipato, effettuato dagli uffici postali.  I nostri duemila pensionati, circa, hanno avuto la possibilità di riscuotere la pensione anticipatamente dal 26 marzo all’1 aprile, evitando cosi, pericolosi assembramenti davanti alle filiali della nostra banca come avveniva, quasi regolarmente, ogni inizio mese, data canonica di pagamento delle pensioni. Le altre banche anche della nostra categoria, per evitare gli assembramenti, hanno concesso si la dilazione, ma posticipandola dopo la data di scadenza del primo aprile in poi, creando non pochi problemi a chi aveva impegni e necessitava di riscuotere la pensione giorno uno. Auspichiamo che, dal prossimo mese di maggio, l’INPS conceda anche alle banche la stessa possibilità concessa alle poste, di pagare le pensioni in maniera anticipa, evitando cosi assembramenti e non creando alcuna disparità di trattamento e nessun nocumento ai pensionati, che hanno scelto liberamente dove farsi accreditare la pensione, diritto sacrosanto dopo una vita di lavoro.  Per quanto ci riguarda non ci siamo fermati qua: il nostro CdA è andato anche oltre… non solo ha  deliberato l’anticipo dei ratei di pensione, ma ha anche previsto, essendo  il primo aprile giorno ufficiale di pagamento delle pensioni e coincidendo anche con varie scadenze bancarie di fine mese, di convenzionarsi con la protezione civile di Sanza e avere la disponibilità  di due  associati per ogni agenzia ,per coordinare i clienti rimasti fuori dalla banca ad aspettare il proprio turno , mantenendo la distanza di sicurezza ed evitando il contatto fisico che favorisce il diffondersi di questa tremenda pandemia del covid-19, così come è stata definita dall’OMS. Con l’auspicio che dal prossimo mese abbiamo tutti la stessa parità di trattamento, ringrazio il nostro CdA per la sensibilità e la generosità dimostrata ancora una volta e i dipendenti tutti che non si sono mai risparmiati, pur operando in condizione di grande sicurezza, a dare il proprio contributo affinchè questa fase cosi complicata della nostra vita passi in maniera più serena e in sicurezza possibile. Grazie di cuore a chi si adopera, ogni giorno, con umiltà e sacrificio a dare una mano, a tutti i livelli, per dare speranza e sollievo a tutti noi.