Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Promessa valdianese del fumetto in Argentina, in “missione” per la Festa dell’Infanzia

di Antonella D'Alto

Emanuele Sabatino, giovane promessa valdianese del fumetto e non solo, è pronto a partire per l’Argentina, in “missione” per la Festa dell’Infanzia, l’iniziativa dedicata alla promozione dei diritti dei bambini, in programma ogni anno nel mese di novembre a Teggiano. L’evento, promosso dal pediatra Luigi D’Alvano, quest’anno giunge alla sua 13esima edizione e prevede due giornate dedicate a diverse attività ludiche, laboratori, spettacoli teatrali e incontri. Per la prossima edizione della Festa dell’Infanzia dunque è prevista una sorta di anteprima, in Argentina, con Emanuele Sabatino che partirà per il Sud America il 26 giugno, su richiesta di “Educreando”, progetto argentino che intende promuovere l’educazione emozionale, che facilita e migliora l’apprendimento nei bambini, attraverso il coinvolgimento emotivo. Il giovane fumettista sarà a Lobos, una cittadina di circa 40.000 abitanti a 80 km da Buenos Aires, dove porterà una incisione sul legno che verrà consegnata al comune di Lobos: la rappresentazione di una “nave che va chissà dove, in cerca di qualcosa, tante speranze chiuse in una valigia. Viaggio lungo in un mare di vita”. “La bellissima tavola che Emanuele regalerà al municipio di Lobos – ha detto il dott. Luigi D’Alvano –  ci fa tornare al tema del viaggio collegato alla speranza di trovare un futuro migliore chissà dove. La valigia diventa il simbolo della nostra identità che ci portiamo dietro. Ovunque andiamo. Siamo sempre pronti partire per poi tornare di nuovo…” Emanuele per l’appuntamento di Lobos ha disegnato delle tavole sul bullismo, belle e ironiche, per realizzare dei giochi ed esercizi da proporre ai ragazzi in varie scuole, tra cui come riconoscere, dalle espressioni del viso, gli stati d’animo e le emozioni, o come disegnare un ovale, maschile o femminile. Un importante evento legato alla prevenzione del bullismo e alla valorizzazione del disegno a scuola in attesa della prossima Festa dell’Infanzia.