Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Pozzuoli fra vincitori del premio dell’ innovazione urbana dell’Unione Europea

redazione

Bologna, Milano, Pozzuoli (Napoli) e Torino sono fra le città che hanno sviluppato soluzioni urbane fra le più innovative d’Europa. Questo il risultato del primo bando lanciato dall’Urban Innovative Actions (Uia), un’iniziativa della Commissione europea che punta a incoraggiare in tutta l’Unione le buone pratiche che rispondono alle sfide che devono affrontare i centri urbani. Alla richiesta di inviare progetti lanciata nel dicembre del 2015 hanno risposto in 378, fra i quali sono stati selezionati i migliori 18. Quattro sono italiani. A Bologna, il progetto Villa Salus è risultato fra i migliori della categoria ‘Inclusione dei migranti e dei rifugiati’, in quanto “nuovo spazio sostenibile, accessibile e vivibile per un benessere interculturale, welfare e accoglienza”.  Per la categoria ‘Lavoro e competenze nell’economia locale’ è stato un progetto milanese sull’agricoltura in prossimità del centro urbano ad essere stato selezionato dalla Commissione Ue. Due invece le iniziative italiane risultate fra le migliori per la categoria ‘Povertà urbana’: la creazione di una città agricola a Monteruscello, maggior quartiere del comune di Pozzuoli, e il progetto Co-city della città di Torino. Per sviluppare le proprie iniziative, le città si sono aggiudicate un finanziamento aggiuntivo fino a 5 milioni di euro proveniente dalla programmazione 2014-2020 del Fondo europeo di sviluppo rurale.