Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Poste- Il presidente di Anci Basilicata: “Situazione di grave disagio”

redazione

“Poste Italiane deve dare conto della situazione di grave disagio che da quasi un anno si sta verificando in Basilicata a seguito della nuova organizzazione logistica che comporta il recapito della corrispondenza a giorni alterni in tutti i comuni lucani con le eccezioni solo di Potenza, Matera e Rionero in Vulture (Potenza)”. Lo ha scritto, in una nota, il presidente dell’Anci Basilicata Salvatore Adduce sul problema del servizio postale. “Da tutta la regione – ha aggiunto Adduce – ci vengono segnalati disservizi clamorosi. Cittadini che ricevono oltre il termine di scadenza per il pagamento le bollette delle utenze gas, luce, acqua, telefono. Disagi inenarrabili per il personale di Poste Italiane costretto a fare chilometri e chilometri a causa di una irrazionale organizzazione che penalizza al tempo stesso l’utenza e i dipendenti di Poste. E’ necessario una verifica della situazione alla presenza della Regione Basilicata”. La questione – secondo il presidente lucano dell’Anci – è all’attenzione anche dell’Anci nazionale che sta sviluppando una specifica iniziativa a tutela del servizio postale che riveste una funzione di ‘presidio’ in particolare nei piccoli Comuni e nelle aree montane e interne che rappresentano oltre il 60% del Paese”. L’Anci intende condividere con Poste Italiane e la Regione Basilicata l’obiettivo di evitare le chiusure o la riduzione degli orari degli uffici postali, risolvere il problema specifico della consegna della corrispondenza a giorni alterni continuando a monitorare disservizio mantenendo la ‘prossimità’ di uno dei servizi maggiormente sentiti sul territorio nazionale, compreso il recapito della corrispondenza in linea con le direttive comunitarie”.