Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Percorso a tappe serrate per il gruppo Iccrea. De Luca: “la nostra forza è il radicamento territoriale”.

di Lorenzo Peluso.

angelo de luca

Sono i numeri che forniscono le riposte. Se si parla di banche, allora i numeri sono fondamentali. 154 BCC pre-affiliate, 148,4 miliardi di euro di attivi e un patrimonio di 12 miliardi di euro. E’ questo il contesto operativo del gruppo bancario Iccrea. la riforma del credito cooperativo in Italia ha restituito una banca straordinaria con numeri importanti e soprattutto una solidità confermata da Bankitalia. Un percorso che vedrà nei prossimi mesi Iccrea assoluta protagonista del sistema bancario italiano. La raccolta diretta del gruppo si attesterà sui 131,2 miliardi di euro e gli impieghi a 91 miliardi di euro, con un Cet1 Ratio del 15,2% e un Total Capital Ratio del 15,6%. Il gruppo totalizzerà 2.593 sportelli in tutta Italia, posizionandosi come terzo gruppo bancario per numero di sportelli e come quarto per numero di attivi. ma la vera novità è che nonostante le dimensioni raggiunte, Iccrea non ha nessuna intenzione di quotarsi. “Noi non snaturiamo il senso di appartenenza alla tradizione bancaria del Credito cooperativo – ha affermato il direttore generale della BCC di Buonabitacolo, Angelo De Luca, alla guida di una delle più importanti BCC del mezzogiorno che hanno aderito fin da subito ad Iccrea – la nostra natura di banche del territorio è una priorità ampiamente discussa con i vertici Iccrea, nessuno di noi vuole snaturare la nostra storia. La forza di Iccrea è soprattutto  la diversità rispetto ad altri soggetti bancari” ha aggiunto il direttore De Luca. Intanto la strategia di consolidamento del gruppo prosegue a tappe serrate. nei giorni scorsi i vertici Iccrea hanno nominato Giorgio Crosina  nuovo Chief information officer del gruppo, all’interno di un piano di rafforzamento del management, Crosina, 60 anni, trentino, laureato in Ingegneria elettronica al Politecnico di Milano è stato in precedenza direttore generale di Phoenix Informatica Bancaria, a Trento. “Siamo determinati a rispettare le tempistiche di creazione del gruppo condivise con la Vigilanza italiana e europea” ha commentato Leonardo Rubattu, Direttore Generale di Iccrea Banca: “Nei prossimi mesi continueranno gli inserimenti mirati di professionisti di primo piano in posizioni organizzative chiave”.