Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Padula, Un convegno e un busto per Carlo Pisacane

di Antonella D'Alto.

Un convegno e un busto per Carlo Pisacane in occasione del 162esimo anniversario della “Spedizione dei Trecento”. L’iniziativa dal titolo “Padula 1857: Carlo Pisacane e il Mezzogiorno nell’unificazione italiana” si terrà il prossimo 29 giugno, alle 17,30, in Largo Primo Luglio a Padula, organizzata dal comune e dal Rotary Club Sala Consilina – Vallo di Diano, in collaborazione con Enti e Associazioni del Vallo di Diano, e con il contributo della BCC di Buonabitacolo. Dopo i saluti del sindaco di Padula Paolo Imparato e del presidente del Rotary Club Antonello Rivellese, il convegno vedrà le testimonianze di Enzo Mattina, Enrico Padula, Federico Romano, Ernesto Pisacane, discendenti diretti dei protagonisti del Risorgimento Giovanni Matina, Vincenzo e Filomena Padula, Federico Romano e Carlo Pisacane. La relazione sarà del professore Carmine Pinto, ordinario di storia contemporanea all’Università di Salerno. Coordinerà i lavori il giornalista Giuseppe D’Amico. A fine convegno, don Giuseppe Radesca benedirà il busto dedicato a Carlo Pisacane, che sarà scoperto per l’occasione. Germano Torresi e alcuni alunni del liceo artistico di Teggiano descriveranno l’opera, mentre alcuni ragazzi del liceo scientifico di Padula leggeranno la poesia “La spigolatrice di Sapri” di Luigi Mercantini. Saranno presenti inoltre il magistrato emerito Rocco Colicchio, il Coro Polifonico Polimnia, il docente Miguel Sormani e l’assessore Filomena Chiappardo. Al termine della manifestazione si terrà la proiezione del film “Quanto è bello lu morire acciso” di Ennio Lorenzini. Una giornata importante per ricordare il ruolo che ha avuto nel Risorgimento e nell’unificazione italiana il territorio di Padula, dove, nella Chiesa dell’Annunziata è ospitato il Sacrario dei Trecento, e sulle pareti la parola d’ordine scelta da Pisacane “l’Italia agli Italiani” e la risposta “gli italiani per Essa”.