Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

P.e.b.a. Anche Monte San Giacomo adotta il piano

di Antonela D'Alto

Dopo Montesano sulla Marcellana, anche il comune di Monte San Giacomo ha iniziato l’iter per la redazione del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Prosegue dunque incessante nel Vallo di Diano il lavoro di sensibilizzazione svolto dall’Associazione Luca Coscioni rivolto ai comuni che ancora non hanno adottato i P.E.B.A., i piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche, strumenti introdotti per legge nel 1986 e integrati nel 1992, per monitorare e superare le barriere architettoniche insistenti sul territorio. Fino a qualche settimana fa il piano, nel Vallo di Diano, era stato adottato da soli 4 comuni: Sala Consilina, che è in fase molto avanzata nella redazione, Polla, Teggiano ed Atena Lucana. Qualche giorno fa ha iniziato l’iter per l’adozione del Piano anche il comune di Montesano Sulla Marcellana, a cui si è subito aggiunto il comune di Monte San Giacomo che ha deliberato in tal senso. Salgono così a sei i comuni del Vallo di Diano che hanno adottato i P.E.B.A dimostrando una grande sensibilità verso i temi della mobilità libera per tutti all’interno degli spazi urbani e pubblici. Soddisfazione è stata espressa dall’avvocato Franco Di Paola, componente di giunta dell’Associazione Luca Coscioni, che lancia un appello agli altri comuni del territorio affinché adottino il piano. “Sono davvero felice che queste scelte vengano prese sul serio, c’è tutto il plauso della giunta dell’associazione Luca Coscioni per gli amministratori che decidono di adottare i P.E.B.A. – così ha detto l’avvocato Di Paola, affermando che i Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche non sono una inutile sceneggiata, ma un segno di civiltà e un rispetto della legalità.