Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Oreficeria, a Marcianise opportunità d’inserimento per 32 studenti

redazione

Prendere 32 studenti che hanno l’oreficeria tra le materie scolastiche e portarli a fare un percorso di alcuni mesi nelle botteghe orafe di Marcianise. E’ questo il risultato del progetto realizzato da Cna Campania Nord che ha investito in Campania parte dei fondi raccolti con il 5×1000, coinvolgendo l’associazione “Amici di Peter Pan”. Il progetto si chiama “Curre curre guagliò” e porta da oggi 32 studenti nelle botteghe di Oromare, un grande complesso di artigiani orafi nella cittadina casertana, che porta avanti una tradizione che in Campania è molto radicata. “I fondi del 5×1000 – spiega Francesco Geremia, segretario Generale della Cna Campania Nord – servono per progetti concreti che abbiano una forte incidenza sui problemi del territorio. Con lo step di Marcianise si uniscono due fronti: favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani che si impegnano a scuola ma che hanno scarse prospettive di lavoro ed essere al fianco delle imprese artigiane, che a loro volta lamentano la mancanza di giovani pronti a proseguire la tradizione orafa del nostro territorio. Un impegno che da anni rappresenta una priorità della nostra organizzazione”. Il progetto di offerta di opportunità formative sul campo per gli studenti proseguirà nei prossimi mesi anche in tappe a Napoli e Benevento ed è finanziato con 60.000 del fondo gestito da Cna Impresa Sensibile Onlus. “Negli ultimi tempi si parla spesso di giovani e mondo del lavoro – commenta Antonio Del Prete, presidente di “Amici di Peter Pan” – lavoriamo con i giovani in contesti molto difficili, lo facciamo con grande serietà e rigore, realizzando piccoli percorsi di qualità che consentano realmente di offrire un’opportunità a studenti meritevoli ma con poche possibilità”.