Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Ordigno a Battipaglia (SA), domani il disinnesco

redazione

Il piano di evacuazione scatterà domani mattina alle 5 e riguarderà il 77% della popolazione residente nel comune di Battipaglia (Salerno). Ben 36.177 persone (19.995 famiglie) dovranno lasciare la propria abitazione per consentire il disinnesco di un ordigno bellico da 250 libbre (115 chilogrammi) risalente alla seconda guerra mondiale, rinvenuto in un terreno di via Villani in località Spineta. Imponente il piano di protezione civile allestito per le operazioni di bonifica della bomba che vedranno impegnati gli artificieri del 21° Reggimento Guastatori di Caserta, 500 unità delle forze dell’ordine e 550 volontari di protezione civile. Le operazioni avranno inizio quando sarà completata l’evacuazione della popolazione e si protrarranno per 8/12 ore. Dovranno lasciare la propria abitazione tutti i cittadini residenti nel raggio di 1600 metri dal punto di rinvenimento dell’ordigno. Il Comune di Battipaglia ha attivato quattro navette che, a partire dalle 5, accompagneranno i cittadini nei centri attrezzati. La protezione civile regionale ha messo a disposizione 200 letti per l’accoglienza dei pazienti allettati e 100 brandine per le ulteriori esigenze. Duecento volontari presidieranno i varchi di chiusura della zona rossa e i varchi esterni sulla viabilità alternativa; altri 120 saranno a bordo dei mezzi che inviteranno con gli altoparlanti i cittadini a lasciare le abitazioni, mentre 150 uomini presteranno servizio nei centri di accoglienza. Oltre alla popolazione saranno evacuati l’ospedale “Santa Maria della Speranza” – il cui piano è partito già da giorni -, il Municipio, il comando di Polizia Locale, il commissariato di pubblica sicurezza, il comando compagnia dei Carabinieri e quello del nucleo operativo della Guardia di Finanza. Saranno, inoltre, interrotte la circolazione sull’A2 Autostrada del Mediterraneo, sulla SS18 “Tirrena Inferiore” (tra i km 71,800 e 76,800) e quella ferroviaria (linea Salerno-Reggio Calabria e linea Battipaglia-Potenza-Metaponto). Già a partire dalle 5,30, in corrispondenza dello svincolo autostradale di Battipaglia, saranno chiuse le rampe di uscita per i veicoli provenienti dall’autostrada. Alle 9,30, poi, saranno completamente chiuse anche le rampe d’ingresso in A2 dello svincolo di Battipaglia e l’intero tratto autostradale. I veicoli che viaggiano in direzione Nord dovranno imboccare lo svincolo di Eboli e seguire la viabilità alternativa allestita, mentre per chi viaggia in senso opposto sarà obbligatoria l’uscita di Pontecagnano Nord.