Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Operaio di Lauria morto a Milano, la volta di un cunicolo era stata consolidata nel 2016

redazione

Era stata consolidata nel 2016 la volta della ‘stanza’, un cunicolo di passaggio tra i due tunnel principali della M4, che lunedì scorso si è sgretolata seppellendo di detriti un operaio esperto morto poco dopo in ospedale. E’ quanto emerge dai primi accertamenti della Procura di Milano che sta indagando sull’incidente che è costato la vita a Raffaele Ielpo, 42 anni, di Lauria (Potenza) e caposquadra della ‘Tbm’, ‘ucciso’ da una pioggia improvvisa di pietre misto a cemento, a 18 metri di profondità, mentre stava prendendo alcune misure del cantiere della nuova linea 4 della metropolitana milanese, all’altezza di piazza Tirana. Stamane intanto due esperti di ingegneria strutturale nominati come consulenti dal pm Maura Ripamonti, titolare del fascicolo assieme a Tiziana Siciliano, l’aggiunto responsabile del dipartimento ‘ambiente, salute, sicurezza, lavoro’, hanno effettuato il primo sopralluogo sul cantiere per verificare, tra le altre cose, la regolarità dei materiali utilizzati e delle procedure seguite e a questo punto capire anche perché, visto il consolidamento di sei anni fa, è crollata la porzione di volta del cunicolo. Solo dopo l’esito della consulenza, il pm valuterà eventuali iscrizioni nel registro degli indagati. Al momento l’indagine è per omicidio colposo a carico di ignoti e si è in attesa dell’autopsia.