Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Ogni mese, oltre 1 miliardo di account Instagram

redazione

Ogni mese, oltre 1 miliardo di account Instagram sono attivi in tutto il mondo, l’80% dei quali segue almeno un profilo business; 500 milioni di utenti passano circa 25 minuti del loro tempo su Instagram, il social che permette la più grande esposizione mediatica globale con 1+ miliardo di utenti a luglio 2018, +35% di nuovi profili nello stesso anno e 4.2 miliardi di like giornalieri. La stessa politica italiana e internazionale ormai si alimenta sui social e l’attualità passa attraverso bot, like e algoritmi, tanto da diventare centro dell’informazione. Ma quali sono i possibili sviluppi? Qual è il confine tra mondo reale e mondo virtuale? Tra fake e ingaggio effettivo di un utente? E come non farsi ingannare tra campagne, fake e influencer? È italiana e under 35 la start up che ha scelto il 12 settembre 2019 come data ufficiale per il lancio della propria rivoluzione Instagram. L’occasione è la presentazione di Virality Powerboard, il nuovo software regolato da algoritmi proprietari di intelligenza artificiale atti a facilitare e ottimizzare l’utilizzo del social in maniera etica, per analisi di contenuti e audience e, quindi per allontanare fake e falsi profili, trovare, gestire e verificare influencer. Un certificato “di qualità” che, unitamente alla lotta internazionale contro le fake news, dà una nuova direzione ai social. A creare Powerboard è stato un team di giovani talenti, programmatori, informatici e statistici, che, al motto di “Humans, not just influencers”, si propone, tramite l’innovazione tecnologica, di rinnovare il mondo di Instagram, il suo mercato e l’ambigua “politica degli influencer” attraverso un’etica e una riconoscibilità degli interlocutori, dando un metro analitico a utenti e aziende per allontanarsi da presunte truffe commerciali e non solo. Un progetto che, grazie anche alla mediazione della piattaforma di innovazione Gellify, è già approdato sui banchi degli investitori della Silicon Valley, pronti ad accogliere Virality già nel primo semestre del 2020.