Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Nuovo bonus per la sostituzione dei televisori

redazione

Un fondo da 151 milioni di euro da destinare al nuovo bonus per la sostituzione dei televisori in vista del passaggio, nel 2022, al digitale terrestre di seconda generazione. L’agevolazione dovrebbe prender forma già a partire dal 2019, previa definizione di regole e modalità per beneficiare dell’incentivo. Non è chiaro se si tratterà di una detrazione fiscale o se di un contributo economico applicato sotto forma di sconto dal rivenditore al momento dell’acquisto. Al momento l’unica certezza è la dotazione finanziaria, incrementata dalla Legge di Bilancio 2019, in vista dell’avvento della nuova rivoluzione digitale che manderà in soffitta i vecchi televisori. Non tutte le TV dovranno essere necessariamente cambiate, ed è proprio per questo che è necessario informarsi su quali televisori andranno sostituiti e quali quelli che invece saranno in grado di ricevere il segnale. Quelli acquistati di recente dovrebbero garantire la conformità con i nuovi requisiti tecnici. Le nuove televisioni dovranno rispettare il nuovo standard di trasmissione DVB-T2 con HEVC, che promette di portare l’alta televisione video nelle case di tutti gli italiani. Il bonus, sia nella forma di detrazione che di contributo monetario, coprirà soltanto una parte del costo della spesa che sarà necessario sostenere per adeguarsi al nuovo digitale terrestre. Una delle ipotesi è tuttavia che, in fase iniziale, la possibilità di beneficiare delle agevolazioni per la sostituzione della TV riguardi solo gli anziani con reddito fino ad 8.000 euro, già oggi esentati dal pagamento del Canone Rai.