Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Nuovi raid dell’aviazione israeliana sul Libano

redazione

Nuovi raid dell’aviazione israeliana sul Libano dopo che ieri due droni dello Stato ebraico erano caduti nella periferia meridionale della capitale Beirut provocando le minacce di rappresaglia da parte delle milizie sciite dei Hezbollah. Secondo quanto riferiscono media locali, “nella notte l’aviazione militare israeliana hanno sganciato missili su caserme del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina – Comando Generale (FPLP) a a Localiban”, località nei pressi del confine libanese con la Siria”, come ha confermato il quotidiano libanese Annahar citando fonti palestinesi. “Aerei senza pilota MK hanno lanciato tre attacchi causando solamente danni materiali e non ci sono feriti”, ha detto al giornale il responsabile palestinese della caserma colpita. Ieri, in risposta alla caduta di due droni israeliani nella periferia sud di Beirut, il leader degli Hezbollah, Hassan Nasrallah, condannando Tel Aviv ha avvertito: “E’ finito il tempo in cui Israele bombardava il Libano rimanendo sicura; dico agli israeliani che Netanyahu (premier israeliano) sta conducendo la sua campagna elettorale con il vostro sangue”.