Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Nuova grana per Salvini. La nave Mare Jonio con 49 migranti a bordo verso Lampedusa

redazione

E’ diretta verso Lampedusa, “ovvero verso il porto sicuro più vicino rispetto alla zona in cui è stato effettuato il soccorso”, la nave Mare Jonio della ond Mediterranea Saving Humans, che ieri sera ha soccorso in acque internazionali, a 42 miglia dalle coste libiche, 49 persone che si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua. Mare Jonio, ha reso noto in una nota diramata nella serata di ieri la ong, ha tratto in salvo tutte le persone a bordo comunicando ad una motovedetta libica giunta sul posto a soccorso iniziato di avere terminato le operazioni. Tra le persone soccorse, 12 risultano minori. Le persone a bordo si trovavano in mare da quasi 2 giorni e, nonostante le condizioni di salute risultino abbastanza stabili, sono tutte molto provate con problemi di disidratazione. Il Viminale ha reso noto sempre ieri sera che sta lavorando a una direttiva per ribadire le procedure dopo eventuali salvataggi in mare. La priorità rimane la tutela delle vite, ma subito dopo è necessario agire sotto il coordinamento dell’autorità nazionale territorialmente competente, secondo le regole internazionali della ricerca e del soccorso in mare. Qualsiasi comportamento difforme, sostiene il Viminale, può essere letto come un’azione premeditata per trasportare in Italia immigrati clandestini e favorire il traffico di esseri umani.