Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Nel fine settimana le uova di Pasqua a sostegno dei bambini in zone di guerra

di Antonella D'Alto.

Appuntamento questo fine settimana anche in 5 comuni del territorio salernitano con le uova di Pasqua del comitato Intersos Salerno. Lo scopo è raccogliere fondi da destinare ai bambini che vivono in realtà di guerra e in zone colpite da fame e carestia in varie parti del mondo. I comuni coinvolti nell’iniziativa sono San Cipriano Picentino, Altavilla Silentina, Salerno, Baronissi e Bellizzi. In questi comuni, nel fine settimana, in cambio di un contributo minimo di €12.00 si potrà portare a casa un uovo di cioccolato, fondente o a latte, per la raccolta fondi a sostegno dei bambini che vivono in territori martoriati dalla guerra. In particolare gli stand saranno presenti: a Salerno presso la Chiesa Gesù Redentore domenica 7 aprile dalle ore 10.00 alle 12.30; a S. Cipriano Picentino in località Campigliano sabato 6 aprile dalle 10.00 alle 19.30; a Baronissi in via Roma sabato 6 e domenica 7 aprile,  dalle 10.00 alle 19.30; a Bellizzi  con il supporto della Protezione Civile locale, sabato 6 aprile in via Roma dalle 10.00 alle 19.30, e ad Altavilla, in località Cerrelli presso la Chiesa di S. Biagio domenica 7 aprile dalle 10.00 alle 12.30.
“Siamo contentissimi di aver intrapreso questo nuovo impegno” afferma la neo coordinatrice del Comitato Rosa Piecoro “destinato al sostegno a mamme e bambini che si trovano a vivere in zone di guerra o di disastri naturali. L’uovo di cioccolato può essere non solo un momento di dolcezza, ma anche di aiuto a chi nelle guerre paga il conto più alto in termini di vita e crescita: i bambini. Gli stand saranno anche un occasione di incontro e di conoscenza per tutti coloro che vogliono operare nel campo umanitario come volontari”.
L’organizzazione Intersos è attiva in prima linea nelle emergenze umanitarie, soccorre e aiuta persone vittime di guerre, violenze e disastri naturali. Opera in diversi paesi Afghanistan, Camerun, Ciad, Giordania, Grecia, Iraq, Italia, Libano, Libia, Niger, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Somalia, Sud Sudan, Yemen, dove porta soccorso soprattutto a donne e bambini, fornisce assistenza sanitaria, generi di prima necessità e rifugi.