Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Napoli – Presentazione in anteprima per la stampa del film “Due… un po’ così” di Daniele Chiariello

redazione

Un lucano e un rumeno, licenziati al nord, in rotta verso sud alla ricerca del lavoro perduto. La storia di “Due… un po’ così”, il secondo film di Daniele Chiariello nelle sale dal 23 febbraio, è una disincantata rincorsa al capovolgimento dei cliché. Un’improbabile coppia di piccoli eroi dei giorni nostri che percorrono al contrario il classico itinerario del disoccupato in cerca di occupazione, tentando la sortita al paesello, con la speranza che le elezioni prossime venture possano facilitare la missione. Un viaggio, tra disavventure ed equivoci, che metterà in risalto una volta di più un meridione lontanissimo dalla solita cartolina stereotipata. La commedia, prodotta e distribuita dalla Jimbo, e sceneggiata a quattro mani dallo stesso Chiariello e da Roberto Lombardi, usa toni agrodolci per raccontare uno spaccato di realtà tutto di provincia: dal bresciano alla profonda Basilicata passando per Polla, Caggiano e Pertosa, in provincia di Salerno. I protagonisti  della  pellicola  sono  Elio Angelini, conosciuto in tv per il duo comico “I Fratelli Lo Tumolo”, e Paolo Granci, autore e attore di teatro. Al loro fianco, ad impreziosire il cast, Gianluca Guidi nei panni del sindaco di Sant’Angelo di Lucania, fresco del successo internazionale con The Young Pope di Paolo Sorrentino. E il cantante degli Avion Travel Peppe Servillo, non nuovo ad incursioni nel cinema e nel teatro, che vestirà la divisa del saggio e pragmatico Comandante della Stazione dei Carabinieri del paese. Completano il cast Melina Caggiano, Carmine Caputi, Giovanni Turco, Cristian Stelluti e Marta Ghironi. “E’ un lavoro volutamente grezzo – dice Daniele Chiariello, campano di Buccino, che oltre al soggetto e alla regia ha curato anche le musiche –  non abbiamo voluto raccontare la solita cartolina, quanto invece ambientare il soggetto in una realtà, quella della provincia e del sud, di cui si parla spesso solo per luoghi comuni. E che alla fine non ne esce molto bene. Ma al centro del film c’è anche una visione leggermente malinconica della semplicità di un tempo, e una critica a questa società così “burocraticamente complicata” che fa da palcoscenico ai due protagonisti, puri di cuore e soccombenti in un ambiente dove la cosiddetta “cazzimma” è una qualità fondamentale per sopravvivere”. Chiariello, già regista di “Zio Angelo e i tempi moderni”, film che nel 2014 vinse il Premio Rossellini, si è inizialmente imposto come musicista e autore di video musicali, cortometraggi e pubblicità. La presentazione in anteprima per la stampa si terrà lunedì 6 febbraio 2017 nel cinema Arcobaleno di Napoli (via Consalvo Carelli n.13) alle ore 10.30. Sarà presente gran parte del cast tra cui Elio Angelini , Paolo Granci e Gianluca Guidi.