Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Spread Btp-Bund apre a 139 punti base.

redazione

Apre sostanzialmente stabile questa mattina lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale segna 139 punti base come ieri sera. Il tasso di interesse sul decennale italiano è allo 0,88% Euro in leggero aumento questa mattina nei confronti del dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,1057 dollari, dopo essere scesa ieri sera dopo la chiusura di Wall Street a 1,1042 dollari. La moneta unica passa di mano a 119,28 yen. Torna sopra i 1.500 dollari l’oncia il prezzo dell’oro con i dubbi sulla crescita e la situazione a medio termine dell’economia mondiale, anche alla luce del rapporto di ieri dell’Ocse. Il lingotto con consegna immediata recupera così lo 0,2% a 1.501,7 dollari l’oncia. Il metallo prezioso questa settimana ha guadagnato lo 0,8%  Tornano a salire le quotazioni del petrolio con il proseguire delle tensioni tra Usa ed Iran nella settimana che ha già visto l’attacco agli impianti sauditi. I contratti sul greggio Wti con scadenza a ad ottobre guadagnano lo 0,8% a 58,62 dollari al barile. Il Brent recupera 33 centesimi a 64,73 dollari al barile. Borse asiatiche poco mosse al termine dell’ultima seduta della settimana. Gli investitori restano alla finestra in attesa di possibili sviluppi nelle trattative sul commercio tra Cina e Usa. Torna a svalutarsi lo yen sulle principali valute, sostenendo i titoli del comparto export. In positivo Tokyo (+0,16%), sostenuta dalle aspettative di un nuovo piano di stimolo della Banca centrale del Giappone. Vola Mumbai (+4%) con il taglio delle tasse sulle imprese per stimolare la crescita economica. A contrattazioni ancora in corso è in lieve rialzo Shanghai (+0,1%) e Seul (+0,5%) mentre sono piatte Hong Kong (-0,05%) e Shenzhen (+0,02%). Sul fronte macroeconomico in arrivo l’indice della fiducia dei consumatori dell’Eurozona, i prezzi alla produzione in Germania e l’indebitamento netto nel settore pubblico del Regno Unito.