Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 208 punti base.

redazione

Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 208 punti base con un tasso di rendimento dell’1,74%. Sui mercati c’è attesa per l’asta Bot a 12 mesi per un importo fino a 6,5 miliardi. Ieri il Tesoro ha concluso con successo la riapertura dei Btp a 50 anni piazzando 3 miliardi attraverso un collocamento di sindacato. Avvio di seduta leggermente positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,04% a 21.894 punti. Euro poco mosso nei primi scambi della mattinata. La moneta unica vale 1,1207 dollari e 122,03 yen. Il petrolio prende quota nel mercato after hours di New York. Dopo i dati deludenti sulle scorte americane, il prezzo del barile ha iniziato a crescere portandosi nella notte a 58,63 dollari, in aumento dell’1,4%. Stessa sorte per il Brent, il greggio di riferimento europeo, salito dell’1% a Londra a 64,78 dollari. Borse in ordine sparso in Asia e Pacifico nel giorno in cui il presidente della Fed Jerome Powell viene ascoltato dal Congresso Usa, con la diffusione in serata dei verbali dell’ultimo Comitato Federale dello scorso giugno sui tassi Usa. Un possibile taglio dello 0,25%, secondo gli analisti, è possibile, ma – spiega un operatore giapponese di Ichiyoshi Am, “i mercati hanno già dato per scontato un taglio di 25 punti base ed è difficile che possano ancora salire per un nuovo annuncio”. Sullo sfondo ci sono difficoltà per l’economia Usa legate anche all’incertezza per la guerra sui dazi. Tokyo ha ceduto lo 0,15%, Seul (+0,33%), Taiwan (+0,89%) e Sidney (+0,36%) si sono mosse in controtendenza, mentre appaiono contrastate Hong Kong (+0,3%), Shanghai (-0,3%) e Mumbai (-0,28%) ancora in fase di contrattazioni. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street, in attesa della produzione industriale in Francia e Italia e delle previsioni economiche della Commissione europea.