Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp/Bund apre stabile a 198 punti.

redazione

La Borsa di Milano apre la settimana in negativo a -0,13% posizionandosi a quota 20.901 punti. Avvio di settimana stabile per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 198 punti contro i 197 della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,26%. Euro in lieve ribasso all’avvio dei mercati, mentre la sterlina perde qualche posizione dopo l’attacco terroristico che ha colpito Londra nel fine settimana. La moneta unica cede lo 0,1% a 1,112 rispetto al dollaro restando comunque vicino ai livelli massimi degli ultimi sette mesi mentre il pound britannico cede lo 0,2% a quota 1,286. In Asia lo yen oscilla attorno a 110, rafforzandosi rispetto al livello di 111 della scorsa settimana.Oro poco mosso sui mercati. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,1% a 1280 dollari l’oncia. Le tensioni nel Golfo Persico dove Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrain hanno annunciato lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar, spingono il prezzo del petrolio sui mercati internazionali. Il greggio Wti del Texas sale dell’1,6% a 48,46 dollari al barile mentre il Brent avanza dello 0,6% a 50,56 dollari.  All’avvio l’indice generale del mercato ha ceduto il 5,7%. Poco mossi i mercati degli altri paese dell’area come Emirati (-0,78%), Arabia Saudita (+0,93%) e Oman (-0,12%). Borse asiatiche poco mosse all’avvio di una settimana in cui i mercati volgeranno lo sguardo all’Europa, dopo il nuovo attacco terroristico di Londra e l’approssimarsi delle elezioni in Gran Bretagna. Ad incidere sull’incertezza anche i dati deludenti sui posti di lavoro a maggio negli Usa, inferiori alle attese, che hanno sollevato preoccupazioni circa la forza della ripresa economica globale. A Tokyo la Borsa ha chiuso gli scambi invariata, appesantita dalla rinnovata instabilità sui mercati finanziari dopo l’ attentato londinese e l’apprezzamento della valuta nipponica. L’indice Nikkei ha terminato a quota 20.170,82 (-0,03%). Lo yen si è rafforzato sul dollaro dopo i dati di venerdì dal mercato del lavoro Usa, che potrebbero ritardare un aumento del costo del denaro da parte della Fed. Il biglietto verde tratta a quota 110,55, dai 111 della scorsa settimana. In negativo Hong Kong (ancora aperto sul -0,2%), come Shanghai (-0,4%). Di segno opposto Shenzhen (+0,8%). Piatto il Kospi sudcoreano.