Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp/Bund apre invariato a 176 punti.

redazione

Apertura in crescita per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha avviato le contrattazioni guadagnando lo 0,6% a 21.140 punti. Inizio di settimana stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale apre invariato a 176 punti, lo stesso livello della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,32%. Euro poco mosso all’avvio dei mercati. La moneta unica sale dello 0,05% a 1,114 sul dollaro. In Asia lo yen perde lo 0,2% a 114,15 dopo che il governatore della Bank of Japan ha ribadito di mantenere, se necessario, la politica ultra espansiva. Oro in calo sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata cede lo 0,1% a 1210 dollari l’oncia. Prezzo del petrolio in rialzo all’avvio della settimana con il greggio Wti che sale di 49 centesimi a 44,72 dollari al barile e il Brent a 47.,7. Al congresso petrolifero mondiale in corso a Istanbul i rappresentanti del Kuwait, secondo quanto riporta Bloomberg, avrebbero detto come sia possibile un limite alla produzione della Libia e della Nigeria, paesi fuori dall’accordo Opec.
L’organizzazione dei paesi produttori ha comunque fatto sapere come non sia attualmente in discussione un ampliamento dell’attuale intesa. I dati americani sull’occupazione e l’aumento dei prezzi al consumo in Cina hanno spinto le piazze asiatiche, che hanno aperto la settimana in generale rialzo, archiviando la debolezza legata alla crisi fra Usa e Corea del Nord. Negli Stati uniti, il mercato del lavoro è in espansione, anche se l’aumento dei salari è meno consistente di quanto sperato, mentre in Cina i prezzi al consumo a giugno sono cresciuti dell’1,5% su base annua. Ad alimentare l’ottimismo c’è anche la seduta positiva di Wall Street, lo scorso venerdì. La Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,76%, tornando sopra i 20 mila punti. Lo yen si è indebolito, toccando quota 114,10 sul dollaro e 130,20 al cambio con l’euro. Contrastate le Piazze cinesi, con lo Shanghai Composite piatto e lo Shenzhen composite in calo dello 0,3%. Seul guadagna invece lo 0,1%. Più solide Hong Kong, in crescita dello 0,9%, e Sidney, in salita dello 0,3%.