Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp Bund poco mosso a 162 punti.

redazione

Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 162 punti, sui valori della vigilia. Il rendimento dei titolo italiano sale al 2,1% L’euro è in rialzo in avvio di scambi in Europa. La moneta unica passa di mano a 1,893 dollari (1,1806 ieri sera dopo la chiusura di Wall street) mentre contro lo yen scambia a 133,97  Le quotazioni dell’oro scendono sui mercati asiatici sotto i 1.300 dollari l’oncia sull’onda dell’avvicinarsi della fine del quantitative easing annunciato Federal reserve. Il lingotto con consegna immediata cede lo 0,4% a 1.298 dollari l’oncia. Le quotazioni del petrolio sono in lieve calo e si mantengono intorno ai 50 dollari per il barile Wti: sul mercato after hour di New York i contratti con scadenza a novembre perdono 3 centesimi a 50,66 dollari al barile mentre il Brent cede 12 centesimi a 56,17 dollari. Borse asiatiche deboli dopo la decisione della Fed americana di mettere la parola fine al quantitative easing, lasciando aperta la porta a un nuovo rialzo dei tassi di interesse entro l’anno. Gli investitori sono prudenti anche per effetto delle tensioni geopolitiche tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord. Tokyo ha chiuso in lieve rialzo con l’indice Nikkei che guadagna lo 0,18%. Sul fronte valutario, il dollaro è sui massimi da metà luglio al cambio con la divisa giapponese, a un valore di 112,40 e sull’euro a 133,60. A Borse ancora aperte Hong Kong cede lo 0,1%, Shanghai (-0,1%), Shenzhen (-0,5%) e Seul (-0,1%). Sul fronte macroeconomico si attendono i dati americani sulle richieste di sussidio e l’indice dei prezzi delle case e la fiducia dei consumatori nell’eurozona.