Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp-Bund parte stabile, 118 punti

redazione

Partenza invariata per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 118 punti, lo stesso livello della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è pari all’1,72%. Partenza in lieve rialzo per le quotazioni dell’euro. La moneta unica avanza dello 0,1% a 1,2379 sul dollaro. In Asia perde quota lo yen rispetto al biglietto verde e viene scambiato a 107,44 (-0,2%). Prezzo dell’oro in crescita sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,2% a 1351 dollari l’oncia. Gli investitori osservano gli sviluppi delle tensioni geopolitiche che beneficiano di consueto i beni rifugio come appunto l’oro. Continua la crescita del prezzo del petrolio sui mercati, spinto dal calo delle scorte negli Usa e dall’attesa per il vertice dell’Opec che si terrà il 20 aprile in Arabia Saudita e nel quale dovrebbe essere confermata e rafforzata la cooperazione fra i paesi sulla produzione. Il greggio Wti del Texas sale così di 48 centesimi a 68,95 dollari dopo il robusto balzo di ieri. Il Brent sale di 47 centesimi a 73,95 dollari. Borse di Asia e Pacifico in rialzo con in evidenza in particolare le Piazze cinesi. Hong Kong sale dell’1,25%, Shanghai dello 0,83% e Shenzhen dello 0,89%. Marginale Tokyo che segna un +0,15% Tra gli altri listini Seul registra un +0,31% e Sydney un +0,33%. A sostenere i mercati è anche il fronte geopolitico dopo le conferme dell’incontro in Nord Corea tra capo della Cia e Segretario di Stato, Mike Pompeo e leader Kim Jong-Un. Mentre sul fronte dazi si attendono le mosse dell’amministrazione Trump dopo le intese commerciali tra Ue, Giappone e Singapore. Vista in positivo anche l’Europa dove sono previste, tra i dati macro, le vendite al dettaglio nel Regno Unito. Mentre, per quanto riguarda gli Stati Uniti, lo sguardo è rivolto all’indice Philadelphia.