Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp/Bund apre in rialzo a 310 punti.

redazione

Apertura in rialzo per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 310 punti contro i 308 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è pari a 3,5%. Euro in calo all’avvio di giornata. La monete unica europea cede lo 0,15% a 1,148 dollari. In Asia lo yen guadagna lo 0,1% a 112,49 dollari mentre lo yuan cinese scende ai minimi dal 2017 (-0,1% a 6,935) dopo che, nonostante le accuse di Trump, il ministero del tesoro Usa ha riconosciuto oggi in un rapporto che la Cina non ha svalutato la propria moneta per favorire l’export. Le tensioni commerciali fra Cina e Usa e la prospettiva della crescita dei tassi di interesse della Federal Reserve, spingono il prezzo dell’oro ai massimi degli ultimi quattro mesi. Il metallo con consegna immediata passa di mano a 1222,8 dollari l’oncia con un rialzo dello 0,1%. Petrolio in lieve rialzo sui mercati, dopo il forte calo registrato ieri. Il greggio Wti del Texas passa di mano a 69,83 dollari con un rialzo di 8 centesimi mentre il Brent del Mare del Nord quota 80,08 dollari (-0,04%). La riduzione delle esportazioni giapponesi, in calo per la prima volta in 22 mesi, affossa la Borsa di Tokyo (-0,8%), che si trascina dietro gli altri listini asiatici. Sul mercato valutario lo yen è stabile a un livello di 112,60 sul dollaro, e sull’euro a 129,50. I mercati non sono stati aiutati da Wall Street, che ieri ha chiuso in terreno negativo, mentre la Fed ha confermato i graduali aumenti dei tassi di interesse. Intanto, i futures indicano aperture in rosso per le Piazze americana ed europee. Sullo sfondo, restano le tensioni sul commercio tra Cina e Stati Uniti, che pesano soprattutto sulle Borse di Shanghai (-2,1%) e Shenzhen (-1,8%). Giù anche Hong Kong, che perde lo 0,6%. Non va meglio a Seul, in discesa dello 0,87%, mentre Sidney è sulla parità. Fra i dati attesi in giornata, le vendite al dettaglio in Inghilterra a settembre e le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti.