Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp/Bund apre in calo a 247 punti

redazione

Apertura in lieve calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 247 punti contro i 248 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è pari al 2,55%. Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,08% a 20.766 punti. Avvio poco mosso dell’euro verso il dollaro mentre si rafforza sulla sterlina. La moneta unica scambia a 1,132 dollari, praticamente invariata, mentre avanza dello 0,6% a 0,8543 sulla sterlina. In Asia lo yen passa di mano a 111,56 dollari (+0,2%). Lieve calo per il prezzo dell’oro che cede lo 0,3% a 1304 dollari l’oncia. Gli investitori soppesano le notizie sul rallentamento dell’economia globale e quelle dalla Gran Bretagna per la Brexit. Il petrolio Wti si mantiene sopra la soglia dei 58 dollari al barile, raggiunta ieri per la prima volta da inizio anno. Il greggio del Texas passa di mano a 58, 42 dollari con un aumento di 16 centesimi, spinto dal calo delle scorte Usa malgrado i segnali di rallentamento dell’economia mondiale. Avanza anche il Brent a 67,8 dollari. Il rallentamento dell’economia cinese, che si è accentuato negli ultimi 2 mesi, continua a pesare sui listini principali di Asia e Pacifico, che si sono mossi a più velocità. Da un lato ha influito il voto del Parlamento Britannico, che ha escluso un’uscita del Regno Unito dalla Ue senza accordi, dall’altro il rallentamento della produzione industriale in Cina ai livelli del 2009, delle vendite al dettaglio a quelli del 2012 e il balzo della disoccupazione in febbraio al 5,3%, dopo il +4,9% di dicembre, sui massimi degli ultimi due anni. In rosso Shanghai (-1,2%), poco mossa Tokyo (-0,02%) insieme a Taiwan (-0,24%), positive invece Seul (+0,34%) e Sidney (+0,3%). Poche variazioni anche per Hong Kong (-0,05%) e Mumbai (+0,06%) ancora in fase di contrattazioni. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa di conoscere le reazioni al voto di Westminster, mentre la sterlina si sta rafforzando sulle altre principali valute, con il dollaro a 1,32, l’euro a 1,17 e lo yen a 148,03.