Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp-Bund apre a 208 punti.

redazione

Avvio di giornata in rialzo per lo spread tra Btp e Bund che segna quota 208 punti a fronte dei 203 di ieri sera. Il rendimento del titolo decennale italiano sale al 2,33%  Apertura negativa per Piazza Affari. In avvio di contrattazioni il Ftse mib cedeva lo 0,65% a 20.121 punti. Poco mosse le quotazioni dell’oro sui mercati asiatici: il lingotto con consegna immediata continua a restare sulle posizioni acquisite nei giorni scorsi a 1.254 dollari l’oncia. Ad incidere, la posizione della Fed che ha ribadito che avvierà gradualmente il taglio dei tassi di interesse e che potrebbe iniziare a ridurre il proprio bilancio, ‘gonfiatosi’ con gli interventi durante la crisi, alla fine del 2017. Quotazioni del petrolio in calo sui dati in aumento della produzione in Usa: i contratti sul greggio Wti con scadenza a maggio cedono 38 centesimi a 50,86 dollari al barile; il Brent 28 centesimi a 54,08 dollari. Borse asiatiche contrastate: negative Tokyo e Hong Kong, appesantite dalla chiusura in perdita di Wall Street, mentre le piazze cinesi sono in terreno positivo, in attesa del vertice Usa-Cina previsto da oggi in Florida. L’indice Nikkei del mercato giapponese ha perso l’1,4% a 18.597 punti, toccando i minimi da inizio dicembre. Lo yen ha consolidato l’apprezzamento a quota 110,50 sul dollaro. Hong Kong cede lo 0,44% a 24.296 punti. L’andamento dei listini è legato anche alla pubblicazione dei verbali della Fed, da cui emerge che la banca centrale americana potrebbe iniziare a ridurre il proprio bilancio già entro la fine dell’anno. Le borse cinesi sono invece in rialzo. L’indice Shanghai composite sale dello 0,34% a 3.281 punti e lo Shenzhen Composite cresce dello 0,31% a 2.029 punti.