Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp Bund apre a 154 punti.

redazione

Avvio di mattinata stabile per lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale tra titoli di Stato segna 154,4 punti, sostanzialmente lo stesso livello di ieri sera, con un tasso di rendimento del decennale italiano all’1,38%. Euro poco mosso nei primi scambi della mattinata. La moneta unica passa di mano a 1,1140 dollari (da 1,1138 dollari dopo la chiusura di ieri sera di Wall Street) ed a 122,60 yen. Quotazioni dell’oro in calo sui mercati internazionali con il raffreddarsi delle tensioni tra Usa ed Iran. Il lingotto con consegna immediata cede stamani lo 0,8% portandosi a 1.536 dollari l’oncia. In flessione anche i prezzi delle altre materie prime: dell’argento (-0,5%), del platino e del palladio. Quotazioni del petrolio in leggero rialzo questa mattina dopo il calo dell’1,6% registrato ieri.
Con lo stemperarsi delle tensioni tra Iran e Stati Uniti, il Wti con consegna a febbraio guadagna 11 centesimi (+0,2%) portandosi a 58,19 dollari al barile, mentre il prezzo del Brent con consegna a marzo sale dello 0,3% a 64,36 dollari. Mercati asiatici e dell’area del Pacifico piuttosto tranquilli in attesa della prima fase dell’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina, con il dipartimento del Tesoro Usa che ieri ha fatto cadere l’accusa a Pechino di manipolare lo yuan. La Borsa di Tokyo ha chiuso la prima seduta della settimana con segno positivo, dopo la festività di ieri, con l’indice Nikkei 225 in crescita finale dello 0,73%. In calo dello 0,3% nel finale Hong Kong, sulla stessa linea la chiusura dei listini di Shanghai e Shenzhen dopo i dati sulle esportazioni cinesi. In rialzo dello 0,4% l’indice generale della Borsa di Seul (fiacco l’indice tecnologico Kosdaq), in aumento dello 0,8% la chiusura di Sidney. Incerti con minima intonazione positiva i futures sull’avvio dei mercati europei.