Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp apre in rialzo a 261 punti.

redazione

Lo spread tra Btp e Bund apre in rialzo a 261 punti con un rendimento al 2,85%. Borse europee contrastate a pochi minuti dalla diffusione del Bollettino Economico della Bce. I listini continentali traggono vantaggio solo in parte dal rally di Wall Street della vigilia, che ha favorito invece Tokyo e altre borse orientali. Parigi guadagna l’1%, Madrid lo 0,46%, mentre Milano (-0,4%) e Francoforte (-0,1%) non arrivano alla parità. Negativi i futures su Wall Street in attesa delle richieste settimanali di mutui e della fiducia dei consumatori in dicembre, prevista in calo rispetto al dato precedente. Deboli i telefonici Bt (-1,97%), Tim (-1,3%) e Telenor (-1%), positivi i bancari Bankia (+2,52%), Sabadell (+2,37%) ed Rbs (+2,18%), contrastati gli automobilistici, con Peugeot (+2,39%) e Renault (+1,79%) in vantaggio su Ferrari (-1,63%) e Volkswagen (-0,81%).L’euro è poco mosso sui mercati valutari europei a 1,1385 dollari e 126,32 yen. L’oro è stabile in avvio dei mercati europei a 1.267,92 dollari l’oncia segnando un progresso dello 0,06%. Il petrolio è in calo a 45,68 dollari per il barile Wti e a 53,76 dollari per il Brent. Il rally di Santo Stefano di Wall Street, salita di quasi il 5%, come non avveniva dal 2009, ha spinto oggi i listini di Asia e Pacifico a partire da Tokyo +3,88%. Bene anche Sidney (+1,88%) e Taiwan (+1,72%), cauta Seul (+0,02%), negativa invece Shanghai (-0,61%). Ancora aperte Hong Kong-0,38%) e Muimbai (+0,69%). Positivi i futures sull’Europa a differenza di quelli su Wall Street, in attesa del Bollettino Economico della Bce, previsto alle 10, e della fiducia dei consumatori Usa, prevista in calo, in arrivo alle 16, dopo le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Sulla piazza di Tokyo, complica anche l’indebolimento dello yen sul dollaro, hanno corso i titoli dei grandi esportatori da Mitsubishi Moto (+6,28%) a Sony (+5,51%), Panasonic (+5,45%), Sumitomo (+4,91%) e Toyota (+4,38%). In luce i bancari Nomura (+4,32%) e Sumitomo Mitsui (+3,67%).