Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread apre stabile a 164 punti.

redazione

Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 164 punti, sullo stesso livello della chiusura di giovedì. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,093%. La Borsa di Milano apre in calo la seduta. Il Ftse Mib cede lo 0,19% a 22.449 punti. Euro in rialzo all’avvio dei mercati. La moneta unica europea sale dello 0,2% a 1,1963 sul dollaro. Si rafforza in Asia lo yen che cresce dello 0,6% a 111,85 rispetto al biglietto verde. Le tensioni per la sfida nucleare della Corea del Nord continuano a spingere il prezzo dell’oro, tradizionale bene rifugio specie in Asia. Il metallo con consegna immediata avanza dello 0,5% e sfiora la soglia dei 1300 dollari l’oncia. Il prezzo del petrolio si mantiene sopra la soglia dei 50 dollari, in attesa del vertice di oggi dell’Opec a Vienna dove i paesi produttori valuteranno l’impatto dell’uragano Harvey che ha bloccato gli impianti nel Golfo del Messico e discuteranno dell’accordo sui tagli alla produzione che scadrà a marzo 2018. Il greggio Wti sui mercati scambia così a 50,62 dollari al barile (+7 centesimi) mettendo a segno un rialzo settimanale dell’1,5%. Stabile il Brent a 56,39 dollari. Seduta in calo in Asia mentre sale la tensione geopolitica sulle minacce della Corea del Nord che potrebbe rispondere alle nuove sanzioni con una bomba a idrogeno nel Pacifico. Salgono invece le quotazioni di yen e oro. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,25%, Hong Kong cede lo 0,78%, Shanghai lo 0,23%, Shenzen lo 0,33 per cento.
Gli investitori tengono d’occhio i discorsi dei funzionari della Federal Reserve che potrebbero offrire ulteriori indizi del pensiero della banca centrale dopo che le scommesse per tassi più alti entro la fine dell’anno sono cresciute.