Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread apre in ribasso a 267 punti.

redazione

Apertura in ribasso per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 267 punti contro la chiusura di 269 di ieri quando aveva visto un andamento altalenante fino ai 285 punti sulla scorta della decisione della Commissione Ue di avviare l’iter della procedura di infrazione contro l’Italia. Decisione finale che spetterà poi agli stati. Avvio in rialzo per l’euro sui mercati in attesa della riunione della Bce che dovrebbe annunciare il nuovo maxi-prestito alle banche chiamato ‘Tltro-3’ mentre attenzione sarà rivolta alle parole di Draghi sui tassi d’interesse. La moneta unica sale dello 0,1% a 1,123 dollari. In Asia lo yen avanza dello 0,3% a 108,21 dollari. Il prezzo dell’oro mantiene i rialzi a 1329 dollari l’oncia. Il metallo con consegna immediata cede lo 0,1% sui mercati asiatici. Listini contrastati in Asia e Pacifico sull’ipotesi che le banche centrali possano intervenire sui tassi per mitigare gli effetti della guerra dei dazi tra gli Usa e la Cina. Due giorni fa lo ha ventilato il presidente della Fed Jerome Powell e oggi la Banca Centrale dell’India ha tagliato il costo del denaro al 5,75%, il minimo da 9 anni. Tokyo ha chiuso in parità (-0,01%), debole Taiwan (-0,5%) positiva Sydney (+0,38%). In calo Hong Kong (-0,07%), Shanghai (-1%) e Mumbai (-0,36%), ancora aperte, mentre Seul è rimasta chiusa per festività. Contrastati i futures sull’Europa, dopo ordini di fabbrica in ripresa in Germania ed in attesa dell’occupazione e del Pil dell’Eurozona. Negativi i futures Usa in attesa della bilancia commerciale, delle richieste di sussidi e del costo del lavoro. Sulla piazza di Tokyo debole Nissan (-1,7%), dopo lo stop alle nozze tra Fca e Renault. Pesante Mitsubishi (-5,86%), che ha fermato lo stabilimento degli Outlander per l’estero e dopo le vendite negli Usa e in Cina.