Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread apre in netto calo a 236 punti.

redazione

Apertura in netto calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 236 punti contro i 251 segnati ieri in chiusura dopo essere salito fino a 266 punti base, ai massimi da giugno 2019. Il rendimento del titolo decennale è pari all’1,76%. Euro in calo sul dollaro in avvio di giornata: la moneta unica europea passa di mano a 1,1178 rispetto al valore di 1,1198 ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen la moneta unica scende a 118,08. Quotazioni dell’oro in recupero dopo il netto calo di ieri del 3,6% che aveva riportato i prezzi sotto i 1.600 dollari l’oncia. Sui mercati asiatici il lingotto passa ora di mano a 1.588 dollari l’oncia, in aumento dello 0,8%. Non si arresta il calo delle quotazioni del petrolio con i contratti sul greggio Wti in ulteriore discesa sul mercato after hour a 30,87 dollari al barile a fronte dei 31,50 dollari di ieri sera (-2%). Scende anche il Brent europeo che perde un altro 1,8% a 32,64 dollari al barile accumulando perdite del 28% questa settimana. Le Borse asiatiche chiudono in profondo rosso dopo il tonfo di Wall Street che ha registrato il peggior calo dal Black Friday del 1987. I mercati risentono della minaccia del coronavirus sull’andamento dell’economia globale. Crolla Tokyo che chiude in calo del 6,08%, ai minimi in 30 anni. In rosso la Cina con Shanghai (-1,2%), Shenzhen (-1%) e Hong Kong (-2,5%). Male anche Seul (-3,4%) mentre sono in rialzo Mumbai (+1,3%). Sul mercato valutario lo yen si apprezza sul dollaro a 105,40 e sull’euro a 118,20.
Pochi i dati macroeconomici in arrivo nel corso della giornata. Atteso l’indice sull’inflazione di Germania, Francia e Spagna. Dagli Stati Uniti previsti i dati sui prezzi delle importazioni e l’indice di fiducia dei consumatori.