Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread apre in lieve rialzo a 199 punti

redazione

Apertura in lieve rialzo per lo spread fra Btp e Bund che sale a 199 punti contro i 198 della chiusura di ieri, mercoledì. Il rendimento del decennale è pari all’1,57%. Partenza in calo per l’euro all’indomani della decisione della Federal Reserve di tagliare i tassi anche se il presidente Powell si è mostrato prudente a nuovi interventi nonostante le pressioni del presidente Usa Trump. La moneta unica cede lo 0,2% a 1,1052 dollari mentre la sterlina perde lo 0,2% a 1,2131. In Asia lo yen arretra dello 0,4% a 109,17.Piazza Affari migliora in avvio di seduta: dopo aver aperto in calo, l’indice Ftse Mib nei primi scambi è passato in crescita (+0,6%) in linea con il miglioramento delle altre piazze europee e soprattutto per consistenti acquisti sui titoli bancari. In particolare Mps è sospesa in asta di volatilità nella giornata dei conti con un rialzo teorico del 6%, seguita da Poste (+2,9%), Intesa (+2,5%) e Unicredit (+1,5%). Piatta Tim, mentre tra i titoli principali scivola del 5% Tenaris dopo i conti del secondo trimestre con ricavi sotto le attese. Oro in calo sui mercati. Il metallo con consegna immediata scende dello 0,3% a 1409 dollari l’oncia. Torna in calo il prezzo del petrolio all’indomani della decisione della Fed di tagliare i tassi mostrandosi prudente tuttavia su nuove mosse. Il greggio Wti del Texas che nei giorni scorsi si era avvicinato a quota 59 dollari, cede lo 0,7% a 57,8 dopo aver toccato un ribasso di oltre l’1%. Il Brent del Mare del Nord perde lo 0,67% a 64,36 dollari.