Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread apre in calo a 138,5 punti.

redazione

Lo spread tra Btp e Bund tedesco a dieci anni apre in calo a 138,5 punti con un rendimento all’1,77%. Avvio di seduta in lieve rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in progresso dello 0,16% a 22.361 punti. L’euro sale a 1,1874 dollari da 1,1854 registrato alla chiusura di ieri a Wall Street. Contro lo yen al moneta unica passa di mano a 133,25. L’oro è stabile in Asia a 1.283,53 dollari l’oncia segnando una lievissima flessione dello 0,03%. Il petrolio è in rialzo a 57,43 dollari per il barile Wti e a 63,40 dollari per il Brent. Seduta di realizzi per le Borse asiatiche, appesantite dalle vendite sui titoli tecnologici e dalle tensioni in Corea del Nord, che oscurano i dati migliori delle attese dell’indice pmi manifatturiero cinese. Sul finale di seduta Hong Kong cede l’1,42%, Shanghai lo 0,62% e Shenzhen lo 0,9%. Seul ha chiuso in ribasso dell’1,45% e Sydney dello 0,69% mentre solo Tokyo è salita (+0,57%). La correzione sui titoli tecnologici, migliore comparto nel 2017, è partita da Wall Street, con il Nasdaq che ieri ha ceduto l’1,3%, arrivando fino in Asia, dove Samsung ha perso il 3,4% e Sony il 2,3%. Negli Usa sarebbe iniziata una rotazione di portafoglio sulle società che potrebbero beneficiare di più della riforma fiscale, secondo l’analista di Cmc Ric Spooner, citato da Bloomberg. Intanto la Banca centrale della Corea del Sud ha alzato per la prima volta i tassi dal 2011, aprendo la strada a una probabile stretta monetaria anche delle altre banche centrali dell’area.