Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Le Borse in Europa aprono positive, Parigi +0,6%

redazione

Apertura in rialzo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,65% a 5.362 punti, Francoforte lo 0,92% a 11.801 punti e Londra lo 0,54% a 7.293 punti. Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,6% a 20.445 punti. Euro in rialzo in avvio di settimana sui mercati internazionali. La moneta unica europea è a quota 1.208 dollari a fronte del livelli di 1,1201 di venerdì dopo la chiusura di Wall Street. Nei confronti dello yen la moneta unica vale 118,13. Oro in rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso viene scambiato a 1.496 dollari l’oncia. le quotazioni erano salite la scorsa settimana fino a quota 1.510 dollari l’oncia ai massimi da sei anni per poi perdere venerdì 1,10 dollari l’oncia. Avvio di settimana in ribasso per le quotazioni del petrolio. Dopo un parziale recupero nelle ultime sedute la guerra commerciale tra usa e Cina continua a spingere giù le quotazioni. I contratti sul greggio Wti con scadenza a settembre si riportano sotto quota 55 dollari al 54,27 dollari al barile. Borse a ranghi ridotti in Asia e Pacifico, con Tokyo chiusa per il Giorno della Montagna (‘Yama no hi’) e gli altri listini piuttosto cauti dopo i cali di venerdì scorso a seguito di nuove preoccupazioni sul fronte della guerra valutaria tra Usa e Cina che si è sovrapposta a quella dei dazi. In rialzo Shanghai (+0,78%), ancora aperta, con lo yuan in lieve calo sopra quota 7 sul dollaro. Stabile Hong Kong (+0,04%), mentre anche Mumbai è rimasta chiusa per festività. Contrastate Taiwan (-0,21%), Seul (+0,23%) e Sidney (+0,09%). In rialzo i futures sull’Europa e sul Wall Street in assenza di dati macroeconomici europei e in vista del deficit pubblico mensile americano, previsto in aumento da 76,9 a 120 miliardi di dollari. In calo il greggio (Wti -0,4%) e i metalli non preziosi, a differenza dell’oro (+0,05% a 1493 dollari l’oncia). Valori che sulla piazza di Sidney hanno frenato gli estrattivo minerari Newcrest (-3,31%), Rio Tinto (-2,75%) e Fortescue (-3,99%).