Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Borse europee in rialzo, Milano giù.

redazione

Avvio positivo per le principali Borse europee, con l’eccezione di Piazza Affari, che ieri è rimasta chiusa per festività e non ha risentito della seduta negativa vissuta dai listini del Vecchio Continente. L’indice Ftse-100 di Londra sale dello 0,2% a 7.513 punti, il Dax di Francoforte dello 0,32% a 12.202 punti e il Cac-40 di Parigi dello 0,4% a 5.326 punti. Avvio invece negativo per Milano, con il Ftse Mib in flessione dello 0,52%. In avvio di scambi in Europa l’euro quota 1,1376 dollari e 126,12 contro lo yen. L’oro in Asia è quotato a 1.175,21 dollari per oncia segnando una variazione minima positiva dello 0,03%. Il petrolio è in rialzo a 65 dollari per il barile Wti e a 71,04 dollari per il Brent. Seduta debole per le Borse asiatiche che risentono della chiusura in rosso di Wall Street, appesantita dalle vendite sui titoli tecnologici dopo che il gigante cinese di internet Tencent (-2,8% a Hong Kong) ha riportato il primo calo dei profitti in almeno un decennio. I listini, su cui pesa anche l’affanno delle materie prime, hanno ridotto le perdite dopo la notizia del riavvio dei negoziati sul commercio estero tra Cina e Usa senza però riuscire a invertire la rotta. I cali delle ultime sedute, a cui ha contribuito la crisi turca, hanno spinto i mercati emergenti in un ‘bear market’, con una perdita di oltre il 20% dal massimo di quest’anno. Tokyo ha terminato la seduta in calo dello 0,05%, Sydney dello 0,01%, Hong Kong cede lo 0,74%, Shanghai lo 0,46% e Shenzhen lo 0,63%. La lira turca continua a rimbalzare e risale a 5,7 sul dollaro dopo le misure adottate per frenare lo short selling e la notizia che il Qatar investirà 15 miliardi di dollari in Turchia.