Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Apertura con l’euro che sale a 1,1195 sul dollaro

redazione

L’euro si rafforza all’avvio dei mercati. La moneta unica sale dello 0,2% a 1,1195 rispetto al dollaro. In Asia lo yen è stabile sui minimi delle ultime 5 settimane a quota 111,7. Lieve risalita per il prezzo dell’oro sui mercati dopo lo scivolone registrato ieri quando, per un maxi ordine di vendita inserito per errore da un operatore, il prezzo è crollato dell’1%. Il metallo con consegna immediata sale così dello 0,1% a 1245 dollari l’oncia. Il prezzo del petrolio continua anche oggi la crescita. Il greggio Wti del Texas sale dello 0,2% a 43,45 dollari al barile mentre il Brent avanza dello 0,11% a 45,94 dollari. Borse asiatiche contrastate in attesa degli interventi di oggi del presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, che a un simposio a Londra parlerà di temi economici globali, e del governatore della Bce, Mario Draghi, che a Sintra, in Portogallo, parteciperà al Central Banking Forum assieme ai leader delle banche centrali di Giappone, Canada e Regno Unito. Se la Borsa di Tokyo ha chiuso la seduta in rialzo (+0,36%), sostenuta soprattutto dallo slancio che i titoli dell’export hanno ricevuto dalla parziale svalutazione dello yen, le piazze cinesi cedono entrambe lo 0,2%. In rosso anche Hong Kong (-0,22%) e Sidney (-0,1%). Cresce invece Seul, in salita dello 0,14%. Fra gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi, la diffusione dell’indice dei prezzi al consumo in Francia a giugno e di un rapporto sulla fiducia consumatori in America a giungo.