Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Matrioske

Primo Levi, la Shoà e la “memoria” tra le piccole comunità

Il lemma olocausto deriva dal greco tardo ὁλόκαυστον, letteralmente “tutto bruciato”. Rappresenta uno tra i più noti rituali religiosi tra le antiche scritture ebraico-cristiane, durante il quale una vittima, un animale, veniva sacrificato ed interamente bruciato in nome di Jahvé (il Dio del popolo ebraico). Questo termine improprio, retorico e sbagliato come il noto chimico e scrittore Primo Levi in ...

Leggi Articolo »

Chet Baker: There Will Never Be Another You

“Almost blue / Almost doing things we used to do / There’s a girl here and she’s almost you / Almost / All the things that you promised with your eyes / I see in hers too / Now your eyes are red from crying / Almost blue / Flirting with this disaster became me / It named me as ...

Leggi Articolo »

Ancora tu. Per sempre tu. Lucio Battisti

“Sovente la musica mi porta via come il mare! / Verso la mia pallida stella / Sotto una volta di bruma o in un vasto etere, / Metto vela. / Petto in avanti e polmoni gonfi / Come tela, / Scalo la cresta dei flutti accavallati / Che la notte mi nasconde; / Sento vibrare in me tutte le passioni / D’un vascello che dolora; / Il buon vento, la ...

Leggi Articolo »

Michel Petrucciani: l’uomo, il tempo, la musica

“Se fossi uno standard jazz sarei ‘My foolish day'” M. P. 6 gennaio 1999, Manhattan (New York), nei pressi del Beth Israel Medical Center muore, in seguito a complicanze da polmonite, il trentaseienne pianista jazz Michel Petrucciani. Nato nel 1962 in Provenza (Orange), regione situa nel sud della Francia, da padre napoletano e madre francese, nella sua breve e frenetica ...

Leggi Articolo »

Antonioni e l’incomunicabilità (Parte 3)

– L’eclisse – “la socialità […] riguarda molto da vicino gli individui, perché l’individuo vive nella società […] oggigiorno a noi interessa vedere come la società si riflette dentro l’animo degli individui; perché, mi pare, che la cosa più importante sia proprio quello di rendere felice l’uomo, di procurargli un benessere, in modo che possa godersi la vita e quindi ...

Leggi Articolo »

Antonioni e l’incomunicabilità (Parte 2)

– La notte – ” […] è la storia di una festa; una festa che incomincia in una casa borghese, quasi quasi per caso, alla quale partecipano molte persone ma, soprattutto, due coniugi [Giovanni Pontano (Marcello Mastroianni) e Lidia Pontano (Jeanne Moreau)] che sono un po’ il perno della storia stessa. Durante questa festa le cose, in un certo senso, ...

Leggi Articolo »

Antonioni e l’incomunicabilità (Parte 1)

Maestro del cinema italiano ed internazionale, ma anche pittore e scrittore, Michelangelo Antonioni (Ferrara, 29 Settembre 1912 – Roma, 30 Luglio 2007), dalla seconda metà del Novecento in poi, ha trasversalmente esplorato e reinventato le correnti cinematografiche del suo tempo, passando dal neorealismo ai film sull’incomunicabilità, dal bianco e nero al colore, fino alle invenzioni dell’elettronica. – L’avventura – ” ...

Leggi Articolo »

Quarto Potere o Il Cittadino Kane?

Un’attualizzante produzione datata 1941, l’opera prima di un uomo destinato a rivoluzionare per sempre il modo di fare cinema, un capolavoro che ispirerà i più visionari esponenti delle future generazioni di cineasti avviati alla sublime pratica della settima arte. Con questo soggetto originale e una sceneggiatura scritta a quattro mani, insieme a Herman J. Mankiewicz, il giovane attore e drammaturgo ...

Leggi Articolo »

A proposito di… Matrioske

Ogni opera, che si tratti di un romanzo, di un quadro, di un film, di una composizione musicale o di qualsiasi altra produzione, veicola un atto culturale totalizzante: un autentico grado zero culturale, l’ultima particella indivisibile di un atomo, in sé, il seme primordiale di una Matrioska. Ora, affinché questo estatico traguardo venga raggiunto, una cauta ricerca dovrà essere condotta ...

Leggi Articolo »