Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Marina militare, al via le campagne idro-oceanografiche 2020

redazione

Con la partenza della nave idrografica Galatea oggi dalla base della Spezia è cominciata la Campagna idro-oceanografica 2020 della Marina Militare, un’attività che impegnerà le unità specializzate della Squadra navale in supporto alle esigenze tecnico-scientifiche dell’Istituto Idrografico della Marina e di altri enti di ricerca nazionali. Da giugno a novembre, infatti, le unità appartenenti al Comando della Squadriglia navi idrografiche e esperienze effettueranno rilievi che permetteranno l’aggiornamento della cartografia ufficiale dello Stato, a garanzia della sicurezza della navigazione, e condurranno rilievi oceanografici mirati ad incrementare la conoscenza dell’ambiente marino. Un complesso di ricerche che ogni anno impegna circa 200 militari specializzati in idro-oceanografia, imbarcati sulle unità idrografiche, che per portare a termine le loro missioni hanno a disposizione strumentazione all’avanguardia. La campagna 2020 è così suddivisa: nave Galatea, condurrà il progetto oceanografico di monitoraggio del Mar Ligure Swim-Lig20 (Summer and Winter Intensive Measuring of the Ligurian sea 2020). L’attività coinvolge oltre all’Istituto Idrografico della Marina Militare anche importanti enti di ricerca nazionali e internazionali. Nave Leonardo condurrà un’attività di scandagliamento dell’arcipelago Toscano, effettuando rilievi idrografici presso le isole di Palmaiola, Montecristo e Pianosa; nave Aretusa farà rilievi nel Mar Adriatico, in particolare nel porto di Brindisi e lungo il litorale di Ancona e di Ravenna; nave Ammiraglio Magnaghi effettuerà rilievi in Sardegna, nell’area di Olbia e del Golfo degli Aranci.