Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Marchio d’Area: un progetto da realizzare per lo sviluppo concreto del territorio.

di Maria Antonietta Aquino

Il Marchio d’Area è definito come l’individuazione di un’area territoriale che si impegna a realizzare una rete di servizi, sia pubblici e privati, tra loro omogenei, coordinati e complementari, non sovrapponibili e non concorrenziali.
L’aspetto strategico nella creazione di un Marchio d’Area è la capacità, attraverso un percorso impegnativo e fortemente coinvolgente, di creare una rete di comunicazione e collaborazione tra tutti gli attori coinvolti. Questo permette a tutti gli stakeholders di organizzare in modo efficiente ed efficace la propria offerta. Il Marchio d’Area è un indubbio strumento di posizionamento sul mercato. La caratterizzazione di un territorio attraverso la creazione di un Marchio d’Area permette, infatti, a tutti i suoi operatori di identificare e conoscere in profondità le aspettative dei clienti, attraverso la conoscenza delle potenzialità stesse del proprio territorio. La creazione di un Marchio d’Area è, quindi, un efficace strumento di marketing, invero, la conoscenza delle tipicità territoriali permette di offrire ai nuove dimensioni dell’economia e quindi di scoprire nuove nicchie di mercato.Secondo il mio avviso, le fasi di una strategia di marketing territoriale attraverso lo strumento del marchio d’area si potrebbero suddividere in tre macrofasi.La prima: individuare le tipicità e le caratteristiche del territorio da valorizzare. La seconda: progettare un disciplinare a cui le imprese che vogliono partecipare al marchio d’area devono rigorosamente sottostare nonché lo sviluppo di una rete di servizi capace di creare il prodotto da valorizzare e quindi di coordinare le attività di promozione turistica. La terza: definire gli obiettivi di miglioramento ambientale, economico e sociale del territorio,attraverso l’introduzione del marchio d’area, per soddisfare le aspettative di una clientela sempre più attenta ed esigente e nello stesso tempo andare ad analizzare e risolvere quelle che sono le esigenze delle imprese.  Al progetto del marchio d’area possono partecipare trasversalmente imprese facenti parte di settori diversi ma che hanno un denominatore comune: la localizzazione geografica. Di notevole rilievo per un primo approccio allo studio del marchio d’area sono i punti di forza e debolezza nonché l’esigenze annoverate e carpite da interviste effettuate con colloquio diretto con i manager delle imprese.