Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Manbij – Ribelli siriani attaccono una pattuglia americana.

redazione

Esponenti dell’opposizione armata siriana hanno smentito che ribelli sostenuti dalla Turchia avrebbero attaccato una unità militare americana nei pressi di Minbij, città nel Nord del Paese controllata dale forze di Siria Democratica (SDF), un’alleanza curdo-araba dominata dalle Unità di Difesa del Popolo curdo (Ypg) che Ankara accusa di essere un gruppo terroristico. Lo riferiscono media arabi. In precedenza, un portavoce della Coalizione internazionale a guida Usa, il colonnello americano Rian Dilon, ha dichiarato che una pattuglia americana era stata ripetutamente attaccata nei pressi di Minbij vicino a zone controllate da insorti sostenuti dalla Turchia. “Le nostre forze sono state oggetto di spari ed hanno risposto al fuoco prima di spostarsi in una postazione sicura”, ha detto il colonnello. Succesivamente, in una registrazione audio diffusa sui social media  Ans al Sheik Wiss, vice comandante di una divisione di ribelli dell’opposizione sostenuta da Ankara si è detto “sorpreso” da “dichiarazioni come queste emesse dalla Coalizione internazionale” sottolineando che “non c’è stato nessun scontro con elementi americani nella vicinanza di Minbij”. Lo stesso vice comandante ha poi spiegato che “nel villaggio di al Tukhar vicino a Minbij, è stato la sera di martedì oggetto di un intenso fuoco che aveva preso di mira dei civili da parte di SDF ma noi non abbiamo risposto a questa aggressione”.