Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Maltempo in Basilicata, la Coldiretti: “Le nostre denunce non sono state ascoltate”

redazione

“Purtroppo, dalle tante segnalazioni provenienti dal territorio interessato, si è dovuto prendere atto che i fenomeni di dissesto idrogeologico e della cattiva o assente manutenzione del territorio, che sempre più spesso si ripetono quale conseguenza, altrettanto conclamata, dei cambiamenti climatici, continuano ad essere un elemento di forte criticità del territorio lucano”. Lo scrivono il presidente di Coldiretti Basilicata, Antonio Pessolani, e il direttore, Aldo Mattia, in una lettera inviata ai sindaci di Lavello, Venosa, Maschito, Palazzo San Gervasio, Forenza, Banzi, Genzano di Lucania, Acerenza, Oppido Lucano, Irsina, al Commissario straordinario del Consorzio di bonifica “Terre D’Apulia” e all’assessore regionale alle politiche Agricole, “all’indomani degli eventi meteorici estremi, quali piogge violente ed intense ed abbondanti nevicate che – è specificato in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa dell’organizzazione – hanno messo in ulteriore difficoltà l’agricoltura di una vasta zona della Basilicata”. Secondo i dirigenti lucani di Coldiretti, “in definitiva si è dovuto prendere atto che oltre a poche soluzioni ‘tampone’ attivate sul comprensorio, anche a seguito di nostre denunce, poco è stato fatto”.