Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lo Spread in rialzo: tocca i 211 punti

redazione

Lo spread tra Btp e Bund chiude in deciso rialzo a 209 punti base dai 200 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale del Tesoro è pari all’1,53%. Nel corso della seduta, con lo scenario della crisi di governo, il differenziale si era ampliato fino a 211 punti base. Euro stabile nei primi scambi sui mercati valutari europei. La moneta unica passa di mano a 1,1196 dollari contro 1,1193 della quotazione di ieri della Banca centrale europea. Poco mosso anche nei confronti dello yen, a 118,52 (118,64 l’ultima quotazione Bce). Oro in rialzo sui mercati asiatici. Il metallo prezioso viene scambiato a 1.504 dollari l’oncia, in crescita dello 0,4%. Petrolio in rialzo negli scambi sul mercato after hours. Il Wti con consegna a settembre viene scambiato a 52,61 dollari al barile, in rialzo di 7 cent. Cede invece 4 cent il Brent: il contratto con consegna ad ottobre è scambiato a 57,34 dollari al barile. Borse di Asia e Pacifico miste dopo la chiusura positiva di Wall Street mentre sullo sfondo restano le tensioni della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. In rialzo Tokyo con il Nikkei a +0,44% con l’l’economia giapponese che continua a crescere. Il pil nel periodo aprile-giugno ha segnato un progresso dello 0,4%, per il terzo trimestre consecutivo, rispetto alle stime di un +0,1%. Tra le altre Piazze flessioni invece per Hong Kong (-0,21%), Shanghai (-0,50%) e Shenzhen (-0,99%). Positive anche Seul (+1,11%) e Sydney (+0,25%). Il petrolio è in rialzo negli scambi sul mercato after hours. L’euro è invece stabile nei primi scambi sui mercati valutari europei. L’Europa è attesa in negativo. In particolare L’Italia è sotto la lente con la crisi di Governo e la richiesta del vice premier Matteo Salvini di andare alle urne. Peraltro oggi è atteso il giudizio di Fitch sul Paese.